Storia

14 luglio 2014: #Bastiglia all’amatriciana

Quando i rivoluzionari assaltarono la Bastiglia il 14 luglio 1789 dentro c’erano a malapena sette prigionieri. Lo stesso re, visti gli enormi costi della struttura, aveva deciso di demolirla più di un mese prima (per far posto ad una sua statua, ça va sans dire). Eppure l’evento, di per sé non particolarmente utile, divenne IL simbolo della Rivoluzione Francese e …

Read More »

Le Goff, il purgatorio e la nascita del capitalismo

Il primo aprile di quest’anno è morto il grande storico francese Jacques Le Goff. Le Goff era uno degli ultimi rappresentanti della scuola storiografica francese delle Annales. Gli intellettuali che sono appartenuti a questa scuola hanno rivoluzionato il modo nel quale vengono scritti i libri di storia. Mettendo per la prima volta in secondo piano la storia politica, le Annales …

Read More »

#25aprile, Ora e sempre #Resistenza

Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove furono impiccati. Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì, o giovani, col pensiero perché lì è nata la nostra costituzione.   Quando Piero Calamandrei …

Read More »

Segreto di Stato, #Renzi vende fumo. Vi spiego perché

di Aldo Giannuli, storico dell’Università degli Studi di Milano, massimo esperto nazionale dei misteri d’Italia Squilli di trombe, rulli di tamburo: Renzi cancella il segreto di Stato sulle stragi. Era ora! Solo che si tratta di chiacchiere perché: già da una ventina di anni, il segreto di Stato non è opponibile alla magistratura che procede per reati di strage o eversione …

Read More »

Fosse Ardeatine, 70 anni dopo: ora e sempre #Resistenza

Lo avrai camerata Kesselring il monumento che pretendi da noi italiani ma con che pietra si costruirà a deciderlo tocca a noi. Non coi sassi affumicati dei borghi inermi straziati dal tuo sterminio non colla terra dei cimiteri dove i nostri compagni giovinetti riposano in serenità non colla neve inviolata delle montagne che per due inverni ti sfidarono non colla …

Read More »

Il #Capodanno per Antonio #Gramsci

di Antonio Gramsci, 1° Gennaio 1916 su l’Avanti!, edizione torinese, rubrica “Sotto la Mole” Ogni mattino, quando mi risveglio ancora sotto la cappa del cielo, sento che per me è capodanno. Perciò odio questi capodanni a scadenza fissa che fanno della vita e dello spirito umano un’azienda commerciale col suo bravo consuntivo, e il suo bilancio e il preventivo per la …

Read More »