Storia

Primo #Levi, I mostri esistono…

“I mostri esistono, ma sono troppo pochi per essere davvero pericolosi. Sono più pericolosi gli uomini comuni, i funzionari pronti a credere e obbedire senza discutere… Occorre dunque essere diffidenti con chi cerca di convincerci con strumenti diversi dalla ragione, ossia i capi carismatici: dobbiamo essere cauti nel delegare ad altri il nostro giudizio e la nostra volontà.” Primo Levi

Read More »

Sui sepolcri crescono le rose più belle

Un vecchio proverbio italiano recita: Sui sepolcri crescono le rose più belle. Spesso i piccoli detti di saggezza popolare si avvicinano, nella loro semplicità, a quanto di più vero possiamo trovare. Ma dove sono i sepolcri dei nostri padri? Dove possiamo cogliere le rose più belle della sinistra italiana? Probabilmente in larga parte sono sparpagliate, disperse, esuli per i cimiteri di …

Read More »

#PiazzaFontana, Strage di Stato

Sono passati 45 anni. E se la verità storica è acclarata, quella giudiziaria ancora non c’è. O meglio, la verità della giustizia italiana è che non c’è nessun autore, nessun colpevole: a Piazza Fontana la bomba non l’ha messa nessuno. Eppure quella bomba esplose alle 16.37 del 12 dicembre del 1969 all’interno della Banca Nazionale dell’Agricoltura, facendo  17 morti e 88 feriti. Per quei 17 …

Read More »

Sacco e Vanzetti, che morendo mi hanno insegnato a vivere

Il 23 agosto 1927, Nicola Sacco e Bartolomeo Vanzetti (36 e 39 anni) morivano sulla sedia elettrica a Charlestown, nel Massachussets. L’accusa era l’omicidio di un cassiere e una guardia di un calzaturificio. I due erano innocenti, le ragioni di questa persecuzione le spiegò proprio Vanzetti, di fronte alla giuria che lo condannò a morte: Mai, vivendo l’intera esistenza avremmo potuto sperare …

Read More »

A 69 anni da #Hiroshima: com’è difficile chiamarlo “sterminio”

Abbiamo camminato verso il fiume per 300 metri; in quel periodo di tempo non abbiamo visto nessuno. C’era un silenzio tale che pensavamo di essere gli unici rimasti su questo mondo. Siccome eravamo stati veloci, ci sembrava di essere stati anche i primi ad arrivare al fiume. Mio padre fece sdraiare mia madre all’ombra di un cespuglio. Dopo un bel po’ …

Read More »

Gli Arditi: dalla #GrandeGuerra alla mistificazione #fascista

C’è una canzone, riproposta anche da band come i Modena City Ramblers e la Banda Bassotti, che a un certo punto fa così: Del popolo gli arditi Noi siamo i fior più puri Fiori non appassiti Dal lezzo dei tuguri. Si tratta della celeberrima Figli dell’Officina, in cui recentemente alla frase “le bandiere rosse [comuniste] e nere [anarchiche]” è stato …

Read More »