berlinguerbenigni

Enrico Berlinguer: “La politica devono farla i giovani”

Promemoria berlingueriani per i giovani che dicono che la politica fa tutta schifo, che loro non se ne interessano, che è inutile, che non cambia nulla etc. etc. etc. Soprattutto, per quelli che non vogliono andare a votare. C’è gente che è morta per farci votare: nell’urna andateci, poi annullate anche il voto, se vi pare, ma andateci.

Se i giovani si organizzano, si impadroniscono di ogni ramo del sapere e lottano con i lavoratori e gli oppressi, non c’è scampo per un vecchio ordine fondato sul privilegio e sull’ingiustizia.

***

La prima, essenziale, semplice verità che va ricordata a tutti i giovani è che se la politica non la faranno loro, essa rimarrà appannaggio degli altri, mentre sono loro, i giovani, i quali hanno l’interesse fondamentale a costruire il proprio futuro e innanzitutto a garantire che un futuro vi sia.

    Non è mai stato facile essere comunisti. L’assassinio di compagni Pio La Torre e Rosario Di Salvo sono la prova più recente che non è neppure mai finito il tempo in cui bisogna testimoniare persino con il sacrificio estremo la propria fedeltà alle grandi idee per cui tanti dei nostri compagni sono caduti. Ma vi sono oggi difficoltà anche meno aspre e più impalpabili, date dal fatto che i problemi si presentano in forma diversa e più complessa che per il passato, perché le contraddizioni medesime della società tendono ad essere non più solo quantitative ma a riguardare la qualità dello sviluppo, della vita, del modo di esser donne e uomini, del rapporto tra individuo e individuo, tra individuo e società.

Dal discorso ai giovani, Milano, Manifestazione giovanile per la Pace, 18 aprile 1982

  Non vi sono facili scorciatoie, né serve alcuna fuga dalla realtà. Ma non è certo il tempo, non è mai il tempo per rinunciare alla lotta, per chiudersi nel proprio particolare. È più che mai il tempo invece per riprendere fiducia e coraggio, per impiegare l’una e l’altro razionalmente, usando le armi della conoscenza storica e scientifica e lottando in modo organizzato.

dalla relazione al XIV Congresso del Pci, Roma, 18 marzo 1975

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

38 commenti

  1. Virgilio Tacinelli attraverso Facebook

    Un Uomo con la maiuscola..e con le PALLE!!

  2. Se dopo decenni è così attuale, è stato davvero un uomo da cui abbiamo ancora molto da imparare!

  3. Franco Iorio attraverso Facebook

    Aveva previsto tutto questo sfascio già allora.

  4. E’ ciò che fà grande i grandi….vedere lontano, dove gli altri non arrivano…..

  5. Roberta Romanini attraverso Facebook

    quanto ci manchi..

Lascia un Commento