La rottura era in essere oramai da mesi, a cominciare dalla gitarella ad Arcore del sindaco di Firenze e le sue posizioni pro-Marchionne. Ora arriva l'ufficialità con le durissime parole di Civati, che ribadisce le critiche all'ex-compagno di strada e rilancia: "Continuiamo a pensare al progetto, lasciamo a loro la discussione sulla leadership".

Civati rompe con Renzi: “Pensa alla leadership, non al popolo”.

La notizia, in realtà, non stupisce più di tanto. Per chi segue il blog di Civati e ha anche avuto modo di ascoltarlo al convegno sulla Questione Morale, la distanza tra lui e Renzi era diventata abissale negli ultimi mesi. A partire dalla gitarella ad Arcore del sindaco di Firenze, fino al suo sostegno incondizionato a Marchionne, fino alle prese di posizione sui dipendenti pubblici “Fantozzi”. Per non parlare dei “nuovi” compagni di viaggio, o meglio, di corrente che il sindaco di Firenze si è scelto: Walter Veltroni, Sergio Chiamparino, Beppe Fioroni e via discorrendo.

Alla faccia del rinnovamento. E infatti questo contesta anche Civati, che viene a sapere dai giornali di non essere stato invitato dal 28 al 30 ottobre nell’ennesimo Renzi-Show imbevuto di salsa anti-politica e di qualunquismo spicciolo (ho già avuto modo di dire la mia al riguardo ai tempi).

Lo scorso anno, uno degli slogan della convention alla stazione Leopolda era ‘prima il popolo, poi il leader: ecco, mi pare che adesso Matteo si stia occupando più del leader che del popolo.

In realtà, Renzi si è occupato della leadership sin dal primo momento. Ha diviso le forze del centro-sinistra a Firenze, pensando di vincere al primo turno con percentuali bulgare (e invece ha vinto al secondo); ha rifiutato di commemorare Enrico Berlinguer nel 25° anniversario della scomparsa; ha passato gli ultimi due anni ha insultare senza proporre un tubo, a scapito dell’amministrazione di Firenze (ricordate la nevicata di otto mesi fa?); non ha fatto altro che rilasciare interviste contro il centro-sinistra, promuovendo la sua immagine e basta (anche l’ultimo patetico tentativo di finire sui giornali con improbabili realizzazioni di progetti cinquecenteschi mai realizzati la dice lunga sulla serietà del soggetto).

Che Civati si sia finalmente staccato da un simile personaggio non può che farci piacere. Un consiglio per il futuro: far compilare un semplice questionario sulle questioni fondamentali ai futuri compagni di strada.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

129 commenti

  1. @rosalba….Pensare al Futuro…..altro punto dolente….il vecchio vale, e molto, infatti siamo QUI, ma bisogna pensare a guardare avanti…e non dividersi ORA….

  2. Mentre voi generazioni aspettavate e vi dividevate noi ci siamo beccati Berlusconi….ora è il momento di rimanere insieme ecco tutto, Giovani e non, di esperienza e non, ascoltando voci nuove e senza pregiudizi, equivoci e divisioni…è il gioco della destra….

  3. finalmente, come dire, meglio tardi che mai…. Renzi, un ciellino con l’abito da prima comunione!!!!

  4. Renzi e’ uno loffio,ruffiano, fate passare del tempo e vedrete !!!

  5. sinceramente ritengo Civati una persona molto intelligente e mi meraviglio che gli ci sia voluto così tanto tempo per capirlo!

  6. Andrea Imbrogno attraverso Facebook

    Caro Civati,stavolta hai detto una cazzata bella grossa..Renzi non pensa..non ce la fa..

  7. Questo ragazzo (Renzi) l’osservo da tempo, non mi ha mai convinto!

  8. Federica Reburdo attraverso Facebook

    ci rimanga ad Arcore!!Solo capace come Grillo di “DISFARE”, “CRITICARE” e “COSTRUIRE”?????…. BLA BLA BLA BLA BLA BLA… mi ricorda qualcuono….BLA BLA BLA….

  9. E’ troppo saputello per i miei gusti! Vola basso Renzi!

Lascia un Commento