Archivi Mensili: febbraio 2013

Lombardia, i perché di una sconfitta non annunciata

di I Hate Milano Quando fu annunciata la candidatura di Ambrosoli scrissi questo post, in cui mi permettevo di dire che in un momento in cui uno dei temi all’ordine del giorno era la meritocrazia, quella di puntare su un candidato che aveva la sua principale ragione d’esistere nel cognome non mi sembrava la scelta migliore. In realtà, più che badare al cognome, ...

Leggi Articolo »

Berlusconi indagato per corruzione

L’indagine aperta dalla procura di Napoli coinvolge il leader del centrodestra, per il presunto versamento di 3 milioni di euro al senatore De Gregorio (ex IdV) per il passaggio al PdL nel 2006. Dopo l’esposto di una cittadina che aveva ricevuto l’ormai celeberrima lettera di restituzione dell’IMU la procura di Reggio Emilia ha aperto un fascicolo nel registro generale delle notizie ...

Leggi Articolo »

Grillo chiude a Bersani, ma è rivolta sul web

Grillo chiude a Bersani e lo definisce “un morto che parla” (a proposito di insulti dati e ricevuti), ma a quanto pare l’elettorato grillino non ci sta a lasciarsi sfuggire l’occasione di essere determinante e di condizionare le scelte di un eventuale governo di minoranza a guida PD. A parte lo zoccolo duro dei fan duri e puri che non ...

Leggi Articolo »

E’ morto Stephane Hessel

Stephane Hessel si è spento a 95 anni. L’autore di “Indignatevi!“, uno dei libri più venduti degli ultimi anni (oltre 4 milioni di copie in tutto il mondo), era nato a Berlino nel 1917, ma con la famiglia si era trasferito in Francia a causa delle leggi razziali. Aderì alla Resistenza francese durante la Seconda guerra mondiale ed era stato ...

Leggi Articolo »

Più a sinistra di questa sinistra si può. Si deve.

Nell’era delle informazioni veloci che viaggiano su internet questo risulterà un post estremamente lungo e probabilmente tedioso per alcuni utenti abituati a scorrere a malapena i titoli e ad esprimersi mipiacciando. Però in vista del triumvirato – Silvio, Pierlu e Beppe – che traghetterà – malissimo – il Paese alle prossime elezioni – con un sistema diverso dal porcellum ma ...

Leggi Articolo »

Maroni vince. Festeggia il sistema di potere formigoniano

Roberto Maroni ha ufficialmente battuto Umberto Ambrosoli. Cinque punti di distacco, il leader leghista vince con il 43% dei consensi. Sul perché, ho qualche idea, ma rimando tutto a data da destinarsi. Perché ora come ora mi prende lo sgomento. Non tanto per l’ennesimo fallimento del PD lombardo (a cui siamo oramai abituati, da Penati in poi), quanto per il ...

Leggi Articolo »