Le affinità elettive tra B. e Matteo Renzi

A sinistra l’unico bravo è Matteo Renzi”, ha detto il Cavaliere lunedì sera a Villa Gernetto, rivelando di aver ricevuto dal sindaco di Firenze il suo libro, “Fuori!” con tanto di dedica “molto affettuosa”. Renzi è “un berlusconiano”, ha commentato Silvio, “lo dobbiamo portare a noi”. Qualche imbarazzo di Renzi? No, solo la conferma della “affettuosa dedica”.

Il PDL contro Berlinguer: non fu una persona onesta

Berlinguer non era una persona onesta. Parte anche dall’affermazione contraria la richiesta della Carlucci di aprire una commissione d’inchiesta parlamentare contro i libri di scuola comunisti. Avvisiamo l’onorevole per tempo: Enrico non è morto, le sue idee camminano sulle nostre gambe. E gli ideali in cui credeva vivono nel nostro cuore. Se ne facciano una ragione lei e tutti i corrotti che ci governano.

La macchina della paura

Dalla paura si costruisce un particolare tipo di politica, fondata sulla retorica della sicurezza: votate per me e non avrete più paura, a soldoni questo è il messaggio. Ma la macchina della paura non può smettere di generarne, perché senza la paura che nasconde le inefficienze e le indecenze del potere, il potere si dissolve.