Media – Diritti – Scienza – Ambiente

Riflessioni sulla pena di morte

Questo articolo ha lo stesso titolo di un saggio di Albert Camus. E, proprio come fa Camus in tale saggio, voglio chiarire subito la mia posizione. Io sono contro la pena di morte. Perché la ritengo una pratica degradante e crudele. Perché la ritengo disumana. Possiamo partire dalle motivazioni più ovvie che mi spingono a questa presa di posizione. In …

Read More »

Samantha #Cristoforetti e l’#ignoranza dell’italiano medio

Da lassù la Terra deve essere fantastica, Samantha, «senza frontiere né confini», come disse il primo uomo ad attraversare l’esosfera e a raggiungere lo spazio cosmico. Yurji Gagarin disse che da lassù lui non vedeva nessun Dio, e in tanti, sconvolti dal fatto che nelle immagini dalla Soyuz appaiano icone sacre ortodosse. Che tu creda o no in una divinità …

Read More »

#Schiavitù, la miseria dell’uomo

“Nessun uomo è libero, finché anche un solo uomo al mondo sarà in catene”. È famosa, questa citazione del Comandante Che Guevara. Ed è anche romanticamente vera.  Drammaticamente vera, se pensiamo che, secondo lo studio condotto dalla Walk Free Foundation, al giorno d’oggi, nel mondo ci sono 35 milioni e 800 mila persone ridotte in schiavitù. Ma la schiavitù non …

Read More »

#MareNostrum, Restiamo umani!

Soffocante. È questa la sensazione che ho provato, quando ho letto la notizia della fine dell’operazione Mare Nostrum. Soffocante. E non ho usato questo termine a caso. Perché, molto più che per me, è soffocante soprattutto per i migranti. Perché quando, insieme ad altre 100 persone, sei nella stiva di una barca che ne può contenere al massimo 10, quando …

Read More »

La fabbrica del futuro (e perché lavorare non è un diritto)

In Germania si sta sviluppando un progetto molto importante che va sotto il nome di “Industrie 4.0” e vede la partecipazione congiunta del settore pubblico e privato. L’obiettivo è quello di automatizzare sempre più le fabbriche, il punto forte dell’economia tedesca, in modo da continuare ad essere competitivi con i Paesi emergenti (specialmente la Cina) che basano gran parte del …

Read More »

Se le spunte blu di #WhatsApp diventano un caso

Da ieri su WhatsApp, il servizio di messaggistica istantanea più usato al mondo rilevato da Facebook per 19 miliardi di dollari, sono comparse le fatidiche “spunte blu“, come le chiamano in gergo. Quindi, direte voi, cosa dovrebbe importarcene? Domanda assai lecita e intelligente, soprattutto per chi non ha WhatsApp: per chi ce l’ha, invece, a quanto pare è un disastro. Quando infatti …

Read More »