Chiedo scusa ma ti racconto – poesia per #GiulioRegeni

Chiedo scusa ma ti racconto,
quando la rabbia è al tramonto.
Tu sognavi un miglior Mondo,
che ti vuole mettere in sottofondo.

Sana e brillante la tua mente,
cuore colmo di esperienze,
giù il cappello allo studente
che scruta mondi e credenze.

Fuoco e fiamme in Medio Oriente,
tornano divise di generali armati.
Caos Egitto sotto la tua lente,
come cambiano i sindacati?

Vorrei non scrivere ciò che è stato,
il tuo corpo ucciso e torturato.
Non riesco a immaginare cos’hai provato.
Vorrei capire perché, chi l’ha ordinato?

Riconosco solo la punta del naso”,
Parola di mamma che scoperchia un vaso.
Verità. Ma quando?
Regeni Giulio, Dottorando.

3 commenti su “Chiedo scusa ma ti racconto – poesia per #GiulioRegeni”

Lascia un commento