Cronisti al guinzaglio

httpv://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=RF1dv-YZA_Q

 Fortuna che lui è l’artefice della nuova moralità italiana. Possiamo stare tranquilli, non c’è che dire.

Sono vecchio, sto perdendo la memoria. Questa mattina stavo inseguendo la mia segretaria per farmela sul tavolo e mi ha detto: ‘Presidente, lo abbiamo fatto due ore fa’. Le ho detto: ‘Vedi, è la memoria che mi fa difetto’”.

Dopo un primo momento di compiacimento, Berlusconi si rende conto di quello che ha appena raccontato e si lascia sfuggire un “Se lo scrivete, siete …”. La risposta dei giornalisti? “No, no. Questa no. Tranquillo presidente”.

E sarebbe rimasto tranquillo, se non fosse stato per Annozero e Michele Santoro. Questo video è lapalissiano per due motivi: dimostra in che stato versa il nostro Presidente del Consiglio e a che grado di asservimento è arrivata la classe giornalistica. Più che cani da guardia del potere come in altri paesi, sono diventati cani da riporto. Sono indecenti. Vadano a casa, per il bene dell’Italia.

42 commenti su “Cronisti al guinzaglio”

Lascia un commento