L’intervista di Bersani al Wall Street Journal

«Rispetteremo gli impegni presi con l’Unione europea e li faremo nostri. Malgrado le pressioni di SEL, la discussione sull’articolo 18 è un capitolo chiuso. Sì a governo con forze centriste
Pier Luigi Bersani al Wall Street Journal

Qualcuno per caso si era illuso? Era tutto già scritto e annunciato. Si farà l’alleanza con Casini (anche perché senza i voti delle sue clientele in Sicilia non si vince e quindi non si ottiene il premio di maggioranza regionale, così come in altre regioni del nord), SEL sarà la coperta di Linus a Sinistra, ma dovrà ingoiare tutto quello che ordineranno in casa PD (con il 6% dei voti non si condiziona un governo, a meno di instabilità alla Prodi al Senato).

La riforma Fornero rimarrà così com’è (lei stessa esultava una settimana fa al riguardo), la legge elettorale non è cambiata (si andrà a rivotare col Porcellum e per la terza volta nella storia della Repubblica avremo un Parlamento di nominati) e l’unico obiettivo raggiunto da Bersani è stato far tornare Berlusconi.

Complimenti: ora lui potrà continuare a farsi i fatti suoi (magari ci sarà il D’Alema di turno che vorrà fare la Bicamerale o il solito Veltroni che vorrà discutere di legge elettorale), mentre quello che una volta si chiamava “il popolo” continuerà a fare sacrifici per mantenere intatti i privilegi di chi la crisi l’ha causata.

Uno scenario fantastico. E la Sinistra? In fondo a destra, come al solito. Del resto, lo diceva anche Gaber.

Ora chissà cosa diranno quelli che mi hanno criticato per non essere andato a votare alle primarie… in attesa, ho qualcosa da dire io a loro: complimenti, avete votato la reazione e grazie a voi ci terremo Berlusconi tra le palle quel che basta per mandare definitivamente a donne allegre questo Paese e, soprattutto, la Sinistra di questo Paese.

Poi dicono che uno prende ad esempio Enrico Berlinguer.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Lascia un Commento