A 9 anni dall'editto bulgaro e a qualche giorno dal secondo (agiremo per via parlamentare contro Annozero), la Rai a libertà limitata centra l'ennesimo obiettivo a suo danno: far fuori la trasmissione record di ascolti di Rai2. E mentre i berluscones esultano, Mentana (e De Benedetti, in pole per acquisire La7) assicurano: "Santoro da noi potrà fare quello che vuole."

Rai, Vergogna Infinita: Santoro a La7

Alla fine ce l’hanno fatta. Annozero chiude. Vola a La7, come è probabile ci finiscano gli altri gioielli di famiglia Rai: Floris, la Gabanelli, Fazio. Tutti che fanno ascolti record, tutti che portano introiti all’azienda. Tutti che danneggiano il premier economicamente (distruggendo gli ascolti Mediaset) e politicamente (rompendo il muro delle menzogne berlusconiane).

Qualcuno dirà: era ora, tanto ci basterà premere 7 anzichè 2 sul telecomando. Eh, no, perché distrutto il pluralismo in Rai, la televisione pubblica finirà per diventare una colonia berlusconiana, distrutta economicamente a favore di Mediaset, che martellerà gli Italiani ancora più di prima su quanto è bello e quanto è bravo il Capo. Il controllo totale di 6 reti su 7. L’incubo dell’informazione libera che toglie il sonno ai berlusconiani di ogni età e di ogni ora finalmente sparisce. Ufficialmente per un accordo consensuale. De facto dopo anni di logoramento e tentativi di sospendere il programma più seguito della televisione con ogni scusa.

La separazione “consensuale”, però, è stata decisa “a totale insaputa del Consiglio d’amministrazione”, lamentano i consiglieri Nino Rizzo Nervo Giorgio Van Straten, convinti che “questa uscita sia un danno per la Rai”. E del resto, non sono gli unici a pensarlo.

Sferzante il commento di Marco Travaglio (che da 1 anno lavora gratis al programma, come Vauro): “Finalmente la Rai ha coronato il suo sogno: hanno distrutto la trasmissione più vista e redditizia dell’approfondimento giornalistico del servizio pubblico. Complimenti a chi ci è riuscito e complimenti a chi ha ordinato tutto ciò.

I complimenti infatti se li sono fatti a vicenda. L’ultimo sgarbo? Domani Santoro sarà costretto ad una conferenza stampa indipendente perché non gli è stato concesso nemmeno di farla con il direttore dimissionario di Rai2, Massimo Liofredi, snocciolando i dati del successo di Annozero. Ed ecco cosa diventerà la Rai: Ferrara, Minzolini, Paragone e magari torneranno tutti i galoppini di destra bocciati dall’auditel.

Nel frattempo De Benedetti prepara la sua vendetta: con i soldi del maxi-risarcimento da Mondadori intende comprarsi proprio La7 e combattere il Cavaliere sul proprio campo. Qualcuno potrà esultare, ma le concentrazioni di potere nelle mani di uno solo, sia esso Berlusconi, Murdoch o De Benedetti, sono deleterie. Radicalizzano gli animi, trasformano la professionalità dei giornalisti in paggeria dei mercenari.

Oggi, in ogni caso, è un giorno triste per l’informazione italiana.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

26 commenti

  1. Stefano Izzo attraverso Facebook

    ormai La7 è diventata l’unico canale televisivo serio!

  2. Giusy Dibari attraverso Facebook

    certamenete Michele, …….. e la RAI diverrà un’altra colonia berlusconiana! :-(

  3. infatti sono le uniche trasmissioni che meritano di essere viste e le fanno saltare ?????????????ma se la quardino loro la tv

Lascia un Commento