Dopo l'annuncio di una nuova manovra "lacrime e sangue" per evitare di peggiorare i già disastrati conti di Palazzo Marino, i precari del Comune insorgono contro le assunzioni di sostenitori e militanti da parte del SIndaco: "Sono vietate dalla legge". E scoppia la polemica.

I Precari contro Pisapia: “Assumi solo raccomandati”

Avevamo già parlato il 1° luglio delle famose assunzioni che hanno scatenato un putiferio sotto la Madonnina, così come avevamo già parlato della denuncia di Mattia Calise sul fatto che, stando a quell’art.90 che teoricamente le permetterebbe, i Comuni con bilanci strutturalmente dissestati o deficitari questo tipo di assunzioni non possono permettersele.

Ora, dopo le proteste dei precari licenziati proprio il giorno prima delle famose assunzioni (di cui nessun grande giornale ha parlato), il Comitato Precari di Palazzo Marino ha redatto un dossier che Alberto Biraghi, sostenitore di Giuliano Pisapia sin dalla prima ora (tanto da chiamare il suo blog Pisapia? Ja Bitte), ha pubblicato sul suo blog e che è destinato a suscitare un mare di polemiche. Anzitutto per l’incipit:

Tra il 1 luglio e il 9 settembre 2011 la Giunta guidata dall’ex parlamentare di Rifondazione Comunista Giuliano Pisapia ha deliberato l’assunzione di 44 figure esterne all’organico del Comune di Milano, 9 delle quali con orario part time. La spesa annua lorda prevista per i loro stipendi va dai 16.420 euro del presidente dell’associazione Vivere Quinto Isidoro Spirolazzi, ai 284.770 euro dell’esponente del PD di Milano Davide Corritore, (allegato 1) nominato Direttore Generale del Comune con delibera di Giunta.
Il totale della spesa lorda prevista per i 43 esterni supera i 2,2 milioni di euro annui.

 Definendoli “raccomandati d’argento“, il Comitato Precari denuncia il fatto che le esigenze di bilancio, fatte valere nei loro confronti dall’assessore Tabacci, non varrebbero per gli ex-sostenitori e militanti dei vari partiti della coalizione (Pd-Sel-Milano Civica), a loro dire premiati con stipendi più alti a parità di funzioni e titoli:

Le assunzioni sono continuate, nel quasi totale silenzio della stampa, nei giorni in cui infuocava il dibattito sugli effetti della manovra economica sugli enti locali mentre sulle pagine dei più diffusi giornali milanesi gli assessori e il sindaco non perdevano occasione per annunciare il grave ‘buco di bilancio’, il rischio di chiusura di molti servizi, gli aumenti di biglietti dell’ATM, l’introduzione dell’addizionale Irpef.

 Molti precari, inoltre, accusano il Sindaco di non aver mantenuto le promesse della campagna elettorale, quando molti di loro davano una mano perché ci credevano e denunciano di non aver ancora avuto risposta ufficiale dal 25 giugno non solo da Pisapia, ma anche da Davide Corritore (Direttore Generale) e da Paolo Limonta (braccio destro del Sindaco, dell’Ufficio per la Città).

Chiude il dossier un appello ai Milanesi: “Che queste pagine di denuncia siano di monito a tutti i cittadini affinchè le richieste di verità e di coerenza non siano mai più relegate al breve tempo di una tornata elettorale, ma che diventino lo strumento per far tornare Milano esempio per tutta l’Italia.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

44 commenti

  1. il precariato è vergognoso, non ci sono dubbi, ma i nuovi assunti, o meglio stabilizzati, non erano precari? Bene, sono sicura che il sindaco si adopererà per tutti, un pò ala volta!!! e che cazzo sempre da dire abbiamo? Con meritocrazia e calma è certo che Pisapia farà meglio di quella STRONZA.

  2. La realtà dei fatti ,noi italiani ci piace essere illusi con i miracoli che mi mr. b ha fatto in 15 anni , dopo gli altri devono risolvere le ingiustizie.!!!!!!

  3. Premesso che non sono milanese, ma una volta che ho letto il vs. articolo non ho visto nessuna risposta del Sindaco. Qui, c’è http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2011/09/28/589639-precari_rivolta.shtml non so’ chi e se abbia ragione, m’interessava solo segnalare l’altra campana. Grazie