dopo aver affermato che la magistratura è il cancro della nostra società, Berlusconi non lascia da parte la sua vena cabarettistica proponendo ai cittadini sardi due storielle. Il tema? Buga-bunga e dittatura!

Silvio scherza sul Bunga-Bunga e sulla dittatura

Che sipatico mattacchione quel premier!

Ancora una volta il barzellettiere di Hard-core non si lascia sfuggire l’occasione per sfoggiare, dal palco di Olbia, le sue doti di intrattenitore e comico da crociera

‘Una giornalista giovane e bella mi ha chiesto di essere invitata al bunga-bunga’ racconta aggiungendo poi che la ragazza aveva appena rotto un fidanzamento con un uomo di quasi quarant’anni perchè troppo vecchio. ‘E io che sono?’, ‘Lei e’ un mito e i miti non hanno età’.

Ma la verve artistica e cabarettistica, degna dei più alti livelli del Bagaglino italiano, non si ferma certo qui e così, dopo aver svelato il complotto della “guerra civile con insulti e calunie” organizzata dalle famigerate toghe rosse ai suoi danni e aver rettificato che non tutti i magistrati sono il cancro della società, ma solo quelli milanesi, termina la sua personale traversata in terra Cappellacci raccontando una storiella: ‘C’era una volta un dittatore, un tiranno, che dominava l’Italia, aveva tv, giornali, una squadra di calcio. Un bambino domanda: e adesso? E adesso c’e’ ancora’.

Non per molto, si spera..

Commenta con il tuo account Facebook

Qualcosa di Sinistra

25 commenti

  1. sto cadendo sempre piu in depressione…….ITALIANI SVEGLIATEVI non posso donare a mio figlio un paese del genere

  2. ma quando un improvviso temporale lo prenderà e gli colerà la tinta , anche dai sopraccigli , avrà il coraggio da fare una barzelletta anche su quello. Che gran comico…

  3. la barzelletta e’ che lui parla di dittatura quando lo e lui stesso un dittatore….

  4. dovrebbero scritturarlo al bagaglino….ma rimane sempre il fatto che le sue battute fanno cagare!!!……poveri noi!

Lascia un Commento