Monthly Archives: Novembre 2013

La tragedia greca

In Grecia, pochi giorni fa, sono stati pubblicati i risultati di un sondaggio politico-elettorale a dir poco inquietante. Secondo questa rilevazione demoscopica, infatti, il partito neonazista Alba Dorata sarebbe la prima forza politica ellenica con il 26% dei consensi. In seguito all’omicidio del rapper antifascista Pavlos Fyssas, avvenuto nel mese di settembre, il leader di questo partito, Nikos Michaloliakos, è …

Read More »

Se Battista non vuole bene a #Berlinguer

Pierluigi Battista, nella sezione domenicale della “Cultura” (si fa per dire) del Corriere della Sera, sfrutta l’ultimo libro di Piccolo “Il desiderio di essere come tutti” per attaccare platealmente Enrico Berlinguer e incensare Bettino Craxi. Del fatto che Battista dichiari: “Berlinguer non ti voglio bene”, francamente non ce ne può fregar di meno: una cosa del genere detta da chi …

Read More »

Alla (ri)scoperta di Mario Rigoni Stern

Se penso ai miei primi anni di scuola, e ai primi approcci con la letteratura italiana, ricordo essenzialmente tre autori: Gianni Rodari, Italo Calvino e Mario Rigoni Stern. Credo sia una memoria condivisa da molti ex studenti della mia generazione. Crescendo, purtroppo, si tende a lasciare in un cassetto Rodari mentre, fortunatamente, si continua a leggere (o rileggere) Calvino. Rigoni …

Read More »

#NoTav, l’indignazione a due pesi e due misure

Viviamo in un paese dove tutte le principali questioni economiche, politiche e sociali vengano quasi sempre ridotte a mere questioni di ordine pubblico. Questa strategia ricorre ultimamente soprattutto in occasione delle azioni e dei cortei del movimento No-tav. Quello che sta avendo luogo in questi giorni in seguito ai fatti di Via dei Giubbonari, non è altro che il solito …

Read More »

La scienza e l’uso pubblico della Ragione

Chi non ricorda le difficoltà che da piccoli ci si presentano anche nel fare le azioni più banali? Aprire un barattolo o anche lavarsi i denti sono state azioni difficili e che spesso hanno visto mamme e babbi soccorrere con amore i propri figli. In quella condizione che è l’infanzia, nella quale tutto è da imparare, ci si può concedere il …

Read More »

Del #porcellum qualcosa si butta

C’è qualcosa di decadente nell’aria. Non il vento veloce e frizzante che sempre, dall’alba dei tempi, anticipa le rivoluzioni. No, l’aria è di quelle stantie, soffocanti; un’umidità impalpabile si impadronisce del sistema politico italiano. Una sola cosa è certa: tutto il sistema su cui era stata convenzionalmente fondata la cosiddetta “seconda Repubblica”, ossia il bipolarismo, è miseramente fallito. Anzi, a …

Read More »