Tag Archivi: parlamento

#Tasse, la miopia della politica fiscale italiana

di Francesco Tundo, professore ordinario di diritto tributario, Università di Bologna    La civiltà di un sistema fiscale non si descrive solo con i numeri che misurano l’entità del prelievo. Può soccorrere anche la geometria. Lo scenario nel quale si muove il cittadino-contribuente vede tre attori. Il legislatore, l’amministrazione della macchina fiscale, la giustizia tributaria. A ciascuno di essi la ...

Leggi Articolo »

L’insostenibile #omofobia del Parlamento

Quello che rimarrà ai miei occhi del ddl Cirinnà, al di là di una legge mutilata, è lo spettacolo indecoroso del parlamento italiano. Un ddl così timido e ritardatario in una comunità composta da teste pensanti (non necessariamente brillanti) non dovrebbe essere nemmeno materia di discussione. Invece, in Italia, la politica è sempre pronta a scavare subito dopo aver toccato il fondo. ...

Leggi Articolo »

Il web può salvare la #democrazia dall’astensione?

La scorsa settimana si è discusso molto dei tassi vertiginosi di astensionismo alle elezioni regionali in Emilia Romagna e Calabria. Adesso proviamo ad allargare la visuale da queste due regioni a tutta l’Italia. Fatto? Bene, ora inquadriamo l’intera Europa. L’immagine che ne viene fuori è quella di un insieme di paesi uniti sotto la stessa bandiera, ma in precario equilibrio. ...

Leggi Articolo »

#Milano, il partito del cemento si fa comitato

di Domenico Finiguerra, ambientalista, già sindaco di Cassinetta di Lugagnano e candidato con l’Altra Europa con Tsipras Eccoli lì i dirigenti del partito del cemento che da oltre trent’anni decidono e si accordano sulle sorti dell’abbiatense. Deve bruciargli parecchio che la “loro” grande opera, quella per la quale da molti lustri si affannano con Regione, Provincia, Ministeri e ANAS, sia ...

Leggi Articolo »

La Democrazia squalificata: le “Europarie” del #M5S

I posti in palio erano obiettivamente pochi: 73. I candidati a quei posti erano davvero molti, troppi forse, a sentire i vaghi mugugni di coloro i quali erano chiamati a votare alle “Europarie” del M5S per scegliere la composizione delle liste del MoVimento alle elezioni europee del prossimo 25 maggio. Un primo dato: balzano all’occhio i molti collaboratori di parlamentari ...

Leggi Articolo »

L’Italicum e il “ricatto dei piccoli partitini”

Infine, dopo tanto discutere, il cosiddetto Italicum ha compiuto il primo passo per diventare la nuova legge elettorale del nostro Paese. Niente “Quote Rosa”, niente preferenze, ma, come ripete con un certo vanto il premier Renzi, “con questa legge, dalla sera delle elezioni sapremo con certezza chi governerà per i cinque anni successivi!”. Oh, bene, finalmente in Italia sarà garantita ...

Leggi Articolo »