Tag Archives: berlinguer

#Berlinguer è più vivo di voi

Non ho mai conosciuto Enrico Berlinguer, sono nato cinque anni dopo la sua morte. Quindi, a rigor di logica, di lui non dovrei saperne niente. E in effetti, in quel luglio 2007, quando questo “vir probus” (la definizione è di Giorgio Bocca) entrava per caso nella mia vita per non uscirne mai più, di lui non sapevo nulla.  E fu …

Read More »

Ciao Giulio

Tre anni fa scoprii che eri uno di quei 100mila under30 fan di Enrico Berlinguer e che di cose in comune ne avevamo tante. Stessa passione per la Politica, quella vera, quella con la P maiuscola, stessa scrupolosità nel fare ricerca. Due anni fa con #cartabianca sono venuto a Fiumicello, dove sei nato, e mai potrò dimenticare lo sguardo di tua madre …

Read More »

Canto di Natale operaio

Era il 1843 quando Charles Dickens scriveva il Canto di Natale. Da allora milioni di persone hanno letto di Scrooge e dei tre Spiriti, quello del Natale passato, del Natale presente e del Natale futuro. Oggi è la vigilia di Natale del 2018 e questa è la storia di Enrico e dei suoi tre Spiriti: quello degli ideali passati, degli …

Read More »

La #Sinistra che non c’è

Noi giovani viviamo con nostalgia un passato che molti di noi non hanno vissuto. Eppure una volta non si stava meglio, non c’era alcuna età dell’oro, anche se i cicli economici facevano pensare il contrario. La questione morale è sempre esistita ed è stata tra le principali cause del discredito che investì l’Italia liberale, poi travolta dal fascismo, e della …

Read More »

Quanto ci manca oggi Enrico #Berlinguer

Perché ancora Enrico Berlinguer? Non era un mito giovanile di quelli che andavano per la maggiore, per i miei amici molto a sinistra era uno che stava troppo a destra, mentre per i miei amici di destra era “una brava persona ma troppo comunista“. Dovrei essermene disamorato da un pezzo, se è vero che i miti dei 20 anni si perdono …

Read More »

Ciao Alberto

“Aò, Pierpà, ce sei? Me senti?“, iniziava sempre così le telefonate. “Me raccomando, Pierpà, ce conto” era invece come finivano, e conoscendolo ogni volta avrà agitato il dito in alto come se fossi lì davanti a lui. Alberto Menichelli è morto ieri. L’ho saputo via sms e questa forse è la cosa che mi ha fatto più male. Perché quando …

Read More »