Caffè Letterario

#Libri. Tarantola di Thierry #Jonquet

Nella letteratura contemporanea, nei generi del thriller e del noir, la stanza è spesso lo spazio in cui vengono descritti atti sadici, torture e omicidi, il luogo in cui esplodono in modo violento le pulsioni represse. Se il genere vi piace o vi appassiona, un esempio emblematico è rappresentato da Mygale (1995), uno dei romanzi più “claustrofobici” di Thierry Jonquet, …

Read More »

#Libri: Bentornato #Marx!

Secondo voi, quale ricetta avrebbe potuto permettere di attenuare quella crisi del capitalismo mondiale che, generatasi nel 2008, ha fatto sentire tutte le sue conseguenze più nefaste sul mondo globalizzato? Ma naturalmente una profonda e accurata conoscenza della filosofia marxista, come ci spiega il libro di Diego Fusaro, Bentornato Marx! Rinascita di un pensiero rivoluzionario (2009). L’autore è convinto che …

Read More »

#Libri. Combat Folk dei Modena City Ramblers

Combat Folk. Modena City Ramblers è un libro del 1999 scritto da Paolo Ferrari e Paolo Verri accompagnato da un CD contenente quattro brani: tre live (Macondo Express, L’unica superstite, I funerali di Berlinguer) e un inedito (Serenata di Strada). Il libro ripercorre la storia dei Modena City Ramblers, il gruppo musicale, nato nel 1991, che ripropone i testi della tradizione operaia e partigiana …

Read More »

#Lager e #Gulag, parla Primo #Levi

Nell’appendice dell’edizione di Se questo è un uomo del 1976, Primo Levi risponde alle domande che di solito gli venivano rivolte dagli studenti durante gli incontri promossi per ricordare la tragicità dello sterminio e della Shoah. Rispendendo a una di queste domande, lo scrittore propone un dettagliato confronto tra i lager nazisti e i gulag sovietici, sottolineando le innegabili differenze …

Read More »

#Libri. Il quaderno verde di #CheGuevara

“Il mare mi chiama con la sua mano amica / il mio prato – un continente – / si srotola soffice e indelebile / come un rintocco nel crepuscolo”. Riuscireste a indovinare l’autore di questa poesia? Forse uno scrittore romantico di inizio Ottocento? Forse un poeta decadente di fine Ottocento? Nulla di tutto ciò. L’autore di questa bellissima poesia è …

Read More »

#Libri. I Promessi Sposi e l’antisocialismo

Solo otto anni separano I Promessi sposi, la cui pubblicazione nella versione definitiva data 1842, dal Manifesto del Partito Comunista che, come tutti sappiamo, fu pubblicato nel 1848. Inutile dire che queste due opere segnarono, ovviamente per motivi diversi, il panorama culturale, sociale e politico dell’Ottocento facendo sentire la loro grande influenza anche sul Novecento. Nonostante la vicinanza cronologica, però, …

Read More »