Cinema&Tv

#Her: l’amore ai tempi dell’intelligenza artificiale

Tutti più o meno riusciamo a riconoscere un Homo sapiens quando lo vediamo, ma probabilmente nessuno di noi saprebbe definire con certezza il concetto di “persona”. Cerchiamo una risposta soddisfacente ormai da secoli e i dubbi ci assalgono anche senza che ci facciamo troppo caso: per esempio quando proviamo pena per la morte o la malattia di un animale (specialmente di …

Read More »

Il delirio yuppie di Scorsese: “The Wolf of Wall Street”

Wall Street e gli anni ’80: li avevano raccontati già Oliver Stone nel 1987, con tanto di premio Oscar a Michael Douglas, e la canadese Mary Harron con American Psycho, tratto dal romanzo di Bret Easton Ellis. Ci riprova quest’anno Martin Scorsese che affida a Di Caprio il ruolo di Jordan Belfort, ripercorrendone in ben tre ore una vita di eccessi …

Read More »

Viva l’Italia, viva il qualunquismo

Da un film che ha un titolo del genere ci si aspettava qualcosa in grado di creare scompiglio alla cinematografia mondiale e sancire la nascita di un nuovo cult movie. Vane speranze, sento di poter sussurrare, dopo averlo visto per cinque volte. Nelle righe seguenti, comunque, proverò a motivare il mio verdetto. “Viva l’Italia” (ecco il titolo di una cocente …

Read More »

#Brunetta, la #Rai e il mercato

Alla fine, il soldato Brunetta ce l’ha fatta. Dopo l’imbarazzante performance a Che tempo che fa della scorsa settimana, durante la quale, pur di non rispondere ad una semplicissima quanto legittima domanda riguardante il caso-Alitalia, ha acceso la mitraglietta e bombardato Fazio riguardo il suo compenso, la televisione pubblica ha bloccato la trattativa per portare Maurizio Crozza su RaiUno e …

Read More »

Con Rocky Balboa l’americanismo è merce di consumo

Per rendersi conto di quanto devastante sia l’effetto della saga cinematografica di Rocky Balboa, basta entrare in tante palestre, sedersi in un angolo e concentrarsi su ciò che dicono e ascoltano tanti aspiranti pugili. Le orecchie di un osservatore esterno saranno così scosse dal motto “non fa male, non fa male” e dal brano incitatorio “Eyes of the tiger”, meglio …

Read More »

State of play: l’etica del giornalista

Più che su un triangolo pericoloso, il film di Kevin McDonald State of play (2009) poggia su un poligono pericoloso e segue un percorso fatto di curve strette, corsie a doppio senso di marcia ed incroci dove ci si chiede quale sia l’esatta direzione da prendere. In questo tragitto, realizzato dal regista del documentario premio Oscar Un giorno a Settembre …

Read More »