Politica

Beneficienza e Politica

Chiunque di noi ha avuto la possibilità di notare, in una qualsiasi serie statunitense, le società segrete universitarie e le feste di beneficienza organizzate da famiglie ricche; a primo impatto sembrano due cose così lontane e diverse,  in realtà celano lo stesso grande tema: la POLITICA. La differenza sostanziale, soprassedendo sulle numerose differenze strutturali e organizzative, è molto banale:  le …

Read More »

Almanacco politico 2011

E’ il primo giorno dell’anno e visto che spetta a me l’onore di aprirlo con il mio tradizionale articolo del sabato, oggi voglio approfittarne per fare un gioco e regalare a tutti voi un qualcosa di veramente diverso dal solito resoconto o dai soliti commenti di sempre. Voglio inventarmi cosa accadrà nell’anno appena iniziato; ovviamente tengo a precisare che non …

Read More »

2011: dopo 150 anni l’Italia può cambiare?

Eccoci qui, mancano poche ore alla fine di questo 2010. Per la Sinistra bilancio amaro, lo diceva ieri Giorgio Pittella nel suo articolo, ma per l’Italia? Probabilmente ancora peggio, visto che perdiamo terreno in tutti i campi: politico, culturale, scientifico, tecnologico, energetico. Per non parlare dei diritti e della democrazia quotidianamente violentati, della libertà di informazione e di espressione sempre più …

Read More »

La Sinistra che si avvia verso il 2011

Il 2010 termina come il 2009: anche un anno fa, nel corso dell’anno, sembrava si fosse arrivati al capolinea del berlusconismo, con i media italiani e  stranieri che impazzavano a suon di Topolanek, Noemi Letizia, senza contare le indiscrezioni raccontate da Assange su Wikileaks dei pareri delle diplomazie estere. Nell’agonia berlusconiana, il suo partito ha tenuto ben salde le posizioni …

Read More »

Speranze di rinnovamento

I giovani, dopo una sorta di apatia, sembrano cominciare ad interessarsi di politica, di legalità, cominciano a farsi delle idee, a sostenere giusti ideali. Sta formandosi una coscienza critica ed aperta al confronto.

Read More »

Il futuro non è più quello di una volta.

«Non spostiamo il discorso sulla violenza, il discorso principale è il disagio dei giovani. Gli studenti hanno capito qualcosa di infinitamente più importante del comma 2 dell’ articolo 3 o del comma 1 dell’articolo 4 hanno capito che per loro non c’è futuro in questo paese se si continua a tagliare le risorse, non c’è futuro per i giovani, non …

Read More »