Politica – Cultura – Scuola – Antimafia

In morte di #MafiaMaps

da la meta mai Non torcer gli occhi: conservar la mano Pura e la mente: de le umane cose Tanto sperimentar, quanto ti basti Per non curarle: non ti far mai servo: Non far tregua coi vili: il santo Vero Mai non tradir: nè proferir mai verbo, Che plauda al vizio, o la virtù derida. (Alessandro Manzoni, In morte di ...

Leggi Articolo »

L’OCSE promuove la scuola italiana (ma del 2000)

Se anche voi avete avuto un sussulto leggendo il titolone di Repubblica che affermava: «La scuola italiana migliore d’Europa: riduce il gap tra i ricchi e i poveri», potete stare tranquilli: non è quella della Buona Scuola, bensì quella del 2000, precedente cioè ai vari massacri a cui governi di centrodestra e centrosinistra hanno sottoposto l’istruzione italiana. Lo spiega bene ...

Leggi Articolo »

Pochi Caligola, molti cavalli

Il 18 marzo di 1980 anni fa saliva al potere Caligola, lo stravagante princeps di Roma. Racconta Svetonio che nei tre mesi successivi alla proclamazione del successore di Tiberio furono sacrificati oltre 160.000 animali per festeggiare il nuovo Cesare dei Romani. Fra gli atti più noti attribuiti a Caligola sia da Cassio Dione che da Svetonio vi è l’episodio della ...

Leggi Articolo »

#Minzolini, bentornata Repubblica delle Banane

Giovedì scorso al Senato è accaduto un fatto di gravità assoluta, passato alle cronache più per l’esultanza da stadio dei senatori di Forza Italia attorno a un pregiudicato e per gli strepiti minacciosi ma – generalmente – poco argomentati di molti “emotivi della politica” che per la sua profonda sostanza politica e giuridica. L’oggetto della questione è la votazione dell’Aula sull’ordine ...

Leggi Articolo »

Storia di una donna di nome Giustizia Sociale

Questa è la storia di una donna di nome Giustizia Sociale. Una donna che ha cercato di cambiare il mondo. E che il mondo può ancora cambiarlo. Giustizia Sociale, fin da ragazza, ha sempre mostrato di essere giusta, leale e salda nei suoi principi. Non le è mai interessato il suo interesse personale, a lei interessava solo il benessere di tutti. ...

Leggi Articolo »

#Lingotto, quel che #Renzi non capisce sulla #QuestioneMorale

Stesso linguaggio, stesse parole d’ordine, stessa arroganza e violenza verbale contro gli avversari (mascherata dal solito “noi li accogliamo col sorriso”): altro che cicatrici, Matteo Renzi è quello di prima, con l’aggiunta delle ferite che portano il nome di una sconfitta elettorale dietro l’altra (regionali, amministrative, referendum), su cui non ha fatto alcuna autocritica. Non solo: l’idea di andare al ...

Leggi Articolo »