Economia

Stefano Rodotà, la difesa della Costituzione dai dogmi del neoliberismo

Come chi legge i miei articoli su questo blog sa, il sottoscritto è un forte critico dell’Euro e dell’Unione Europea (ma io mi limito solamente a riportare ciò che la letteratura scientifica in materia economica scriveva dagli anni ’70). Vi chiederete: “Ebbene? Cosa c’entra con Rodotà?” Beh, c’entra eccome. Stefano Rodotà, esimia persona dalla immane dirittura morale, Professore di estrema …

Read More »

L’Euro e il Populismo degli economisti

Appena si tenti di costruire un dibattito sensato sulla permanenza o meno nell’Euro, si viene additati di populismo, di fascismo, di anti-modernismo, e altre stupidaggini fuori dalla realtà. Ma siccome chi ne parla è solo un populista, mi sono divertito a raccogliere alcune testimonianze di noti populisti, che possiamo leggere qui di seguito: “Questo è un disastro per l’essere umano …

Read More »

Quando Monti diceva: “Berlusconi dovrebbe fare come Menem in Argentina”

Un Mario Monti che non ti aspetti. O meglio, te lo aspetteresti benissimo, se il mito di genio e infallibile interprete del mercato non avesse alimentato la sua nomina a premier tecnico e per oltre 13 mesi non si fosse messo a dispensare lezioncine su come gli altri fossero degli incapaci. Così capita che mentre fai delle indagini negli archivi …

Read More »

Lombardia, già il 78% delle tasse resta in Regione

Dunque, Roberto Maroni anche oggi ha ribadito che se vincerà in Lombardia, tratterrà il 75% delle tasse lombarde sul territorio per abolire, tra le altre cose, il bollo auto (la batteria di pentole in omaggio per ogni elettore che abbia il coraggio di votare Lega, no?) C’è un piccolo problema, però: già il 78% delle tasse resta in Lombardia. Ohibò: …

Read More »

Debito pubblico insostenibile? Nulla di più falso…

Come spesso sentiamo dire da pseudo-giornalisti e pseudo-economisti, l’Italia è un paese che ha “vissuto al di sopra dei propri mezzi”, che è un “paese spendaccione”, che ha un “debito pubblico insostenibile”, e via dicendo. Ai più, tali affermazioni potranno sembrare veritiere. D’altronde abbiamo un debito pubblico del 126% del PIL (ma Monti non era venuto per mettere i conti …

Read More »

Acqua pubblica a Parigi: dopo due anni, bollette più basse e risparmi per 70 milioni

Mentre in Italia due anni fa si è tentato (e comunque si è mantenuto, nonostante i referendum) di privatizzare l’acqua, in Francia, più precisamente a Parigi, due anni fa tornavano alla gestione pubblica. Risultato? Bollette più basse dell’8% e risparmi di gestione di 35 milioni di euro all’anno. Lo rivela un’inchiesta di Piero Riccardi ed Ernesto Pagano, che fa notare …

Read More »