Economia

Compagni d’avventura

  Il guaio è che, in Italia, dopo il PCI non c’è stato più niente. Tanto che, anche noi giovani, anche noi che dovremmo essere capaci solo di guardare avanti, riusciamo a rimanere bloccati nella nostalgia per qualcosa che non abbiamo nemmeno conosciuto. Se fossimo, giovani e meno giovani, da un’altra parte, in un altro Paese, forse avremmo bandiere diverse, …

Read More »

Propaganda Anarco-Capitalista

Siamo ancora una volta di fronte ad un atto di propaganda spudorata privo di nessun razionale riscontro nella realtà socio-economica. In più, la proposta di modifica costituzionale dell'articolo 41, che odora di una spaventosa deriva liberista, sembra non promettere nulla di buono per il nostro sistema economico.

Read More »

L’eterna attualità della Questione Morale

Un verso falsamente attribuito a Pablo Neruda recita: “Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine.” Vale per gli uomini, ma vale anche per la Democrazia: soprattutto se questa abitudine si chiama corruzione.

Read More »

La Situazione Economica non è buona

Mentre in Italia si discute di bunga-bunga e il Parlamento è impegnato a risolvere i guai giudiziari del Presidente del Consiglio, Bruxelles discute di economia e prepara una mannaia da 50 miliardi l’anno per il nostro Paese.

Read More »

C’era una volta la FIAT, c’era una volta l’Italia. Ora c’e’ solo Marchionne.

FIAT. Fabbrica Italiana Automobili Torino. È sorprendente come, nel misero e deprimente dibattito odierno, nessuno si prenda la briga di far sapere agli Italiani che nessuna delle componenti di questo acronimo (che per oltre cent’anni è stato foraggiato con i soldi pubblici) è più vera. Difatti, non è più una fabbrica (lo stabilimento di Mirafiori, che alla fine degli anni ’70 contava più di 60.000 operai, ora ne ha poco meno di 10.000); non fa più automobili (il maggior valore lo fa con altri prodotti e altre attività); non è più a Torino (il grosso è delocalizzato in giro per il mondo); soprattutto, non è più italiana.

Read More »

98 miliardi in cerca di Riscossione

98 miliardi di euro: l'equivalente di tre finanziarie e all'incirca 10 tesoretti. A fronte di miliardi di tagli nei settori strategici del Paese (Università, Ricerca e Green Economy), questa somma potrebbe essere a disposizione del Governo per fare veramente le riforme di cui ha bisogno l'Italia. Ma i soliti conflitti di interessi e la solita commistione tra politica e affari, tra pubblico e privato (leggi Questione Morale) rischia di mandare in fumo investimenti per miliardi. In nome di chi e di quale mandato i partiti preferiscono regalare 98 miliardi alle società che gestiscono i circuiti di slot machines?

Read More »