Economia

Tutti, inevitabilmente a sinistra

Qualche giorno fa ho ceduto al richiamo di The Body Shop e sono entrata a comprare un detergente per il viso, anche se so bene che l’olio funziona sicuramente meglio. Ma tutti quei profumi, quei colori, quegli slogan che ci fanno sentire buoni e giusti consumando, mi hanno incastrata. Sulla via di casa mi stavo già pentendo, quando ho letto …

Read More »

Sognando Cuba

Cuba è l’unico Paese al mondo con un alto indice di sviluppo umano e un basso impatto ecologico. Può diventare questo il nuovo sogno americano? Non un sogno individuale, di ricchezza personale, di consumo. Un nuovo sogno, collettivo, di crescita e di innovazione, verrebbe da dire culturale, responsabile, di equilibrio. Dopo la caduta del muro, Cuba si è trovata isolata dal …

Read More »

Tagli ad orologeria, servizi a fasce orarie!

I tagli del governo non permettono ai servizi pubblici essenziali di durare 24 ore su 24, sono tagli ad orologeria, servizi a fasce orarie definite, i pochi spiragli di luce concessici vengono ripagati con tasse mascherate e.. insomma, non ci sono più parole!

Read More »

la Carriera o la Vita

Lavorare da casa e guadagnare bene? Si può! Sembra un classico slogan da fregatura online, e invece è realtà in molti Paesi europei. Dai semplici impiegati a quadri, ai dirigenti, chi fa lavoro d’ufficio ha la possibilità di lavorare da casa, di tanto in tanto o regolarmente, senza sconti di stipendio né di carriera. Col telelavoro ci guadagnano tutti. L’ambiente …

Read More »

L’Occidente accoglie lo straniero, purché sia denaro.

L’emergenza libica, che vede nelle ultime ore il governo impegnato come non lo si vedeva da molto tempo, sta sconvolgendo l’opinione pubblica e politica che nel giro di pochi mesi si è trovata a constatare che nel Nord Africa e nel Medio Oriente delle dittature opprimono i propri cittadini da decenni e che i governi occidentali, con il silenzio dell’ONU, …

Read More »

Marchionne è nudo. Grazie Report.

L'inchiesta di Report svela i retroscena della scalata Fiat a Chrysler. La costante è una sola: a rimetterci saranno i lavoratori italiani.

Read More »