Giustizia

Sallusti e la diffamazione: torniamo alla realtà.

La condanna definitiva del direttore del Giornale Alessandro Sallusti ha aperto un dibattito sulla diffamazione e sulla libertà di stampa. Partiamo dall’inizio, la diffamazione è un delitto contro la persona regolato dall’art. 595 del codice penale e dall’art.13 della legge 47 del 1948, è un reato comune e dunque commissibile da chiunque, per la stampa è solamente prevista un’aggravante dovuta, …

Read More »

Omicidio Aldrovandi: ecco le motivazioni della Cassazione

Le condotte specificamente incaute e drammaticamente lesive sono state individuate da un lato nella serie di colpi sferrati contro il giovane, dall’altro nelle modalità di immobilizzazione del ragazzo, accompagnate dall’incongrua protratta pressione esercitata sul tronco dell’Aldrovandi. Corte di Cassazione, sentenza n.36280 Nel tardo pomeriggio di ieri sono state rese note le motivazioni della sentenza con la quali la Corte di Cassazione, lo …

Read More »

Tortura: una mancanza dell’ordinamento penale italiano

Non è passato molto dall’anniversario dei fatti di Genova avvenuti durante il G8 2011, solo qualche settimana fa si concludeva il processo in cassazione agli autori di quei fatti che ha visto:  la condanna dei dirigenti, ma anche la prescrizione degli agenti che materialmente hanno compiuto massacri ed atrocità; tale prescrizione non è dovuta tanto all’inefficienza del sistema giudiziario italiano, …

Read More »

Morire nelle mani dello Stato

Da fuori non è facile comprendere o almeno avere compassione per chi vive una parte della propria vita dietro le sbarre. Hanno rubato, ammazzato, violentato, il perdono è difficile per le vittime, inimmaginabile per chi si mette nei loro panni. Io e Federico avevamo la stessa età, non ci conoscevamo, abitavamo a qualche chilometro di distanza, Federico è stato pestato, …

Read More »

Sberla ai potenti: dire “Lei non sa chi sono io!” è reato

“Lei non sa chi sono io“. A volte ci mettono anche il “tu”, al posto del “lei”, a dimostrazione della cafonaggine di chi la pronuncia. Ma chi è solito usare questa frase, facendosi forza del suo potere, che magari gli deriva da una carica pubblica, stia bene attento: è diventato reato. Personalmente, la frase di cui sopra l’ho sentita ripetere …

Read More »

Diaz, confermate le condanne

La parola fine l’ha scritta poco fa la Cassazione, confermando tutte le condanne ai 25 poliziotti che fecero irruzione alla scuola Diaz la notte del 21 luglio 2001, facendo una vera e propria carneficina. Giustizia è fatta? Non del tutto, ma è sempre meglio di niente. Chissà, forse un giorno riusciremo a diventare anche noi un Paese normale in cui …

Read More »