Mondo

#Europa al bivio, un secolo dopo la Grande Guerra

Il 28 giugno 2014 scoccherà il tristissimo centenario di una delle più grandi catastrofi dell’umanità, di quelle che segnano in modo netto e definitivo la differenza tra ciò che c’era prima e il mondo per come esso sarebbe stato dopo. La Prima guerra mondiale, lacerante nella sua portata, è stata l’esempio maggiormente realizzato della potenziale distruttibilità dell’uomo stesso. Non solo delle …

Read More »

Stati Uniti d’Europa?

In questo periodo sta circolando una favola a dir poco edificante. Alcune persone sostengono che, per sconfiggere in modo definitivo la crisi economica che sta devastando il nostro continente dal 2008, sia necessario costruire gli Stati Uniti d’Europa e superare quindi la dimensione tradizionale degli “stati-nazione” del Vecchio Continente. Questa prospettiva è in larga parte condivisibile e affonda le proprie …

Read More »

Alexis #Tsipras: “Uscire dall’euro non è la soluzione, la soluzione è cambiare l’Europa”

Realizzare il sogno di un’Europa diversa, «senza uscire dall’euro», è possibile. Si è presentato così Alexis Tsipras : «Uscire dall’euro non è una soluzione, la soluzione è cambiare l’Europa», ha ribadito. Il leader del partito di sinistra greco Syriza è venuto a Roma per il lancio della lista italiana che alle elezioni europee sosterrà la sua candidatura a presidente della Commissione Ue. Ha parlato con i giornalisti …

Read More »

#Marò: il pasticcio di Ignazio

L’On. Ignazio la Russa è l’incubo di tutti i Ministri degli Esteri che in questo periodo movimentato si sono succeduti: nei momenti delicati della vicenda Marò, fa sempre la piazzata rischiando di mandare tutto in vacca. Poco importa che la diplomazia è un ricamo delicato, in cui è facile strappare il tessuto. Ieri, non avendo evidentemente nulla di meglio da fare, …

Read More »

Dal Ruanda alla Repubblica Centrafricana, storie di genocidi e tempismo

Nel 1994 il Ruanda fu teatro di uno dei più efferati genocidi della storia del ‘900. Secondo Human Rights Watch vennero massacrate tra le ottocentomila e il milione di persone con armi da fuoco, bastoni chiodati ma sopratutto machete. Quello del Ruanda fu un genocidio pianificato in anticipo dal governo ruandese importando armi da Egitto e Cina, in particolare machete …

Read More »

Syriza, una speranza per l’Europa

L’UE è al collasso e le elezioni europee in programma per il prossimo 25 maggio rappresenteranno un vero e proprio bagno di sangue per le forze politiche tradizionali. I benpensanti del Vecchio Continente continuano a straparlare contro il pericolo rappresentato dai “populismi” di estrema destra e di estrema sinistra, ma non si sono minimamente accorti del fatto che l’intera costruzione istituzionale …

Read More »