Archivi Autore: paolo.ratti

Non c’è #politica senza compromesso

“Tutto il governo – anzi ogni beneficio e gioia umani, ogni virtù e ogni azione prudente – sono fondati sul compromesso e lo scambio.” (E. Burke) Il vocabolario adottato dai rappresentanti delle istituzioni politiche e amministrative si è ristretto notevolmente nel corso degli ultimi decenni. Si potrebbe sostenere che l’impoverimento e le mutazioni di significato siano conseguenze naturali della progressione ...

Leggi Articolo »

La malattia del sistema alimentare

Ogni giorno, pressoché a qualunque ora, se accendiamo la televisione, potremo osservare programmi a tema culinario. I fini possono essere diversi: mostrare passo passo una ricetta, mettere in competizione alcuni (aspiranti) cuochi per elaborare qualche leccornia o, più semplicemente, analizzare un’ingrediente, una “materia prima”, come si suol dire. Sono spettacoli sotto diversi aspetti interessanti, ma deficitari. Uno dei più critici ...

Leggi Articolo »

Bentornati al #Renzi show

Renzi ha trionfato alle primarie e ha inaugurato, a suo dire, una nuova era: “lavoro, casa, mamme” è stato lo slogan, del suo programma politico, o meglio, del suo one man show. “Lavoro” significa creazione di nuova occupazione. Eppure il Jobs Act ha portato a una maggiore precarietà dei posti di lavoro, abbassando la tutela per il lavoratore dipendente. Dalle ...

Leggi Articolo »

#BrexitDay, sarà un gioco al massacro

Mentre oltreoceano il sistema giudiziario, statale e federale oppone una ferrea resistenza giuridica nei confronti del “muslim ban” (l’ultimo ostacolo viene dalle Hawaii, lo Stato di Obama), mettendo a dura prova la politica di Trump, l’Europa si risveglia oggi con la lettera firmata da Theresa May che apre ufficialmente i negoziati per l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea. Sono passate poche ...

Leggi Articolo »

#Obama, luci ed ombre

20 gennaio 2009, Barack Obama, ex senatore, diventa il primo Presidente afroamericano degli Stati Uniti. I democratici tornano al governo, complice l’assenza di un leader repubblicano al pari di Bush junior, dei suoi petrodollari, della potenza della sua famiglia. Obama è l’innovazione, l’apertura verso un’ignota era , il simbolo dell’abbattimento dei muri del pregiudizio. 20 gennaio 2017, Donald Trump si ...

Leggi Articolo »

Quella crisi del linguaggio, specchio della crisi del Paese

La crisi linguistica è probabilmente uno degli aspetti più degradanti della società attuale. Una crisi, forse, più profonda di quella economica e, senza alcun dubbio, visceralmente legata a quella politica. In questi giorni se ne è un po’ parlato in rete, complice la morte di Tullio De Mauro, pioniere degli studi linguistici in Italia, anche se non con la dovuta attenzione. ...

Leggi Articolo »