Archivi Autore: Marta Gazzola

Cresciuta a San Giuliano Milanese, laureata con lode in economia aziendale alla Bocconi, sto facendo un master di ricerca in economia alla Bocconi e all’UCL-CORE (Belgio). Stage alla Commissione Europea, poi in una think tank che si occupa di economia sociale e sviluppo sostenibile.
A settembre 2010 ho aperto il blog “Hic et Nunc” con cui mi impegno a pensare ad un sistema economico differente, che rispetti la natura e le persone, e da febbraio 2011 eccomi qua con l’omonima rubrica.

Tutti, inevitabilmente a sinistra

Qualche giorno fa ho ceduto al richiamo di The Body Shop e sono entrata a comprare un detergente per il viso, anche se so bene che l’olio funziona sicuramente meglio. Ma tutti quei profumi, quei colori, quegli slogan che ci fanno sentire buoni e giusti consumando, mi hanno incastrata. Sulla via di casa mi stavo già pentendo, quando ho letto ...

Leggi Articolo »

Sognando Cuba

Cuba è l’unico Paese al mondo con un alto indice di sviluppo umano e un basso impatto ecologico. Può diventare questo il nuovo sogno americano? Non un sogno individuale, di ricchezza personale, di consumo. Un nuovo sogno, collettivo, di crescita e di innovazione, verrebbe da dire culturale, responsabile, di equilibrio. Dopo la caduta del muro, Cuba si è trovata isolata dal ...

Leggi Articolo »

la Carriera o la Vita

Lavorare da casa e guadagnare bene? Si può! Sembra un classico slogan da fregatura online, e invece è realtà in molti Paesi europei. Dai semplici impiegati a quadri, ai dirigenti, chi fa lavoro d’ufficio ha la possibilità di lavorare da casa, di tanto in tanto o regolarmente, senza sconti di stipendio né di carriera. Col telelavoro ci guadagnano tutti. L’ambiente ...

Leggi Articolo »

Una truffa istituzionalizzata?

  Se ho un libro, posso prestarlo ad un amico. Quando me lo restituisce, posso prestarlo ad un’altra persona. Ci sarà sempre un libro in circolazione, a beneficio di tutti. Se ho dei semi, posso “prestarli” a qualcuno che li seminerà e ne raccoglierà i frutti. Potrà quindi restituirmi i semi e tenere per sé il resto del raccolto. Se ...

Leggi Articolo »

Italia sì, Italia no.

  Non sono una grande fan dell’unità d’Italia, non mi ha mai convinta. Gli Italiani vedono lo Stato come qualcosa di estraneo, di imposto, non diverso dai dominatori stranieri che c’erano prima di lui. Un popolo che ha lottato per liberarsi non dovrebbe essere più orgoglioso e fiero? Non dovrebbe, un popolo così giovane, essere entusiasta dell’identità conquistata e pronto ...

Leggi Articolo »

Studiare per non lavorare

  In Italia, direi da sempre, i laureati non hanno lavoro. Eppure tutti dicono sempre che abbiamo pochi laureati, che bisogna ridurre il numero di studenti che abbandonano gli studi, che bisogna mettersi in linea con i famosi “altri Paesi sviluppati”. Come a dire che, se c’è una diversità, se l’Italia è un caso anomalo, è per forza una cosa ...

Leggi Articolo »