Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Cosa deve fare #Poletti per essere cacciato?

“Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi.“, così il ministro del Lavoro Poletti. Dichiarazione che segue quella del “bisogna andare al voto prima dei referendum sul Jobs Act“, cioè, la riforma che ha trasformato il voucher nel pilastro della …

Read More »

La cosa buona di #Gentiloni

Francamente, non mi unirò al coro di quelli scandalizzati per l’incarico a Paolo Gentiloni di presiedere il governo post-referendum: solo un ingenuo poteva davvero credere che, dopo la sceneggiata del “resto/non resto”, Matteo Renzi accettasse di farsi sostituire da qualcuno che avesse anche solo una remota possibilità di risultare indipendente rispetto ai suoi desiderata. Il Presidente incaricato non è quella …

Read More »

#Renzibis, Se questo è un leader

Ha chiesto la fiducia alle 15 per dimettersi alle 19. Ha convocato una Direzione del Partito silenziando qualsiasi altra voce oltre la sua, che a quel punto non si è ben capito perché non bastassero le dichiarazioni di domenica sera: almeno Silvio Berlusconi, padre-padrone del suo partito, non fingeva assemblee “democratiche” per i suoi monologhi. Un monologo che non è …

Read More »

E’ la democrazia, bellezza

Finalmente si è chiusa questa campagna referendaria durata mesi e possiamo pensare alle cose veramente importanti di questo Paese. Nonostante televisioni, giornali, milioni di euro, spin doctor esteri, marchettate elettorali in finanziaria e via discorrendo nell’elenco solito dei vizi e dei mali italiani, alla fine gli Italiani hanno deciso che erano stufi e stanchi. Di un premier che aveva promesso …

Read More »

#IoVotoNO, contro il metodo, il merito e quell’idea vecchia di politica

Io domenica 4 dicembre voterò NO e spero che lo faccia anche la maggioranza di quelli che andranno a votare. Non solo per il metodo e il merito con cui è stata prima imposta e poi votata questa riforma, ma soprattutto per l’idea politica che esprime, ben sintetizzata in quell’audio allucinante di Vincenzo De Luca. Un’idea politica fondata sul peggio …

Read More »

#Bastaunsì, dopo #Berlinguer ora arruolano Homer Simpson

Dopo l’annuncio del kit anti-bufale nello stesso giorno della presentazione della scheda per far eleggere ai cittadini i senatori (falsa, perché l’elettività non è prevista dalla riforma, così come la stessa legge elettorale), un’inchiesta di Vice Italia a cura di Leonardo Bianchi svela anche i meccanismi più subdoli di questa campagna elettorale referendaria, ancora più grotteschi di quelli che BuzzFeed ha …

Read More »