Giorgio Pittella

Sono nato a Milano un anno e mezzo prima della caduta del Muro di Berlino, da genitori lucani portandomi nell sangue le diverse percezioni della penisola. Da sempre appassionato di politica, vengo insignito del titolo di "sindacalista" sin dalla quinta elementare e "comunista" sin dalle materne, quando le maestre scrutano preoccupate un mio disegno sui funerali di Berlinguer, con falce e martello ben in vista. Ho coniugato la mia passione con i miei studi, iscrivendomi alla Facoltà di Scienze Politiche di Milano, e scrivendo per Qds. Da sempre appassionato di giornalismo, specialmente quello d'inchiesta. Vedo calare drasticamente la mia media voti alle scuole medie dopo un articolo nel giornalino di classe in cui accusavo la prof. di religione di valutare secondo simpatie e antipatie, venendo così meno ai buoni principi cristiani. Tra le mie altre collaborazioni, ho scritto di politica per il sito web di una web-radio e ho scritto per un web-giornale universitario. Sono anche molto appassionato di storia, di filosofia, di arte e di musica e sfegatato tifoso juventino

La successione di Berlusconi scatenerà la guerra fra bande

L’eterna riconoscenza di Mr B. verso Angelino Alfano è stata tale da dichiarare alla stampa estera che sarà lui il candidato premier nel 2013. Una novità nel panorama Pdl, visto che si parla di successione, argomento spinoso e sempre rinviato a data da destinarsi, un po’ perché quello schieramento politico è sempre stato funzionale alle esigenze del suo Amministratore Delegato, …

Read More »

Milano, cronaca di un disastro annunciato

La campagna elettorale di Pisapia? Un disastro. Cartelloni pubblicitari inesistenti e generici, i partiti puntano sui loro candidati, e a Milano l'unica candidata sembra la Moratti: cosa aspettano a darsi una mossa?

Read More »

Berlusconi all’attacco della Costituzione

Silvio ci riprova. Ma si sa, errare è umano, perseverare e diabolico. Marx diceva che la storia si ripete sempre due volte: la prima volta come tragedia, la seconda come farsa. Ci aveva già provato cinque anni fa, quando aveva martellato e restaurato completamente la seconda parte della Carta, introducendo una forma di premierato (forma di governo fallimentare laddove è stata provata, in Israele) …

Read More »

Breve o lungo, purché sia impunità

Alla Camera la Prescrizione, al Senato il Processo Lungo: gira e rigira, a Berlusconi e sodali interessa una cosa sola: la loro impunità. Prima lo si farà capire agli Italiani, meglio sarà per tutti noi...

Read More »

Parlamento nominato, diritto violato

“Questa mela sa di figa, la assaggi!” “Ma sa di culo!” “Provi a girarla…” Quanti di voi sono consapevoli di aver mandato a Palazzo Chigi un barzellettiere? Quanti di voi si stanno chiedendo: “Ma forse era meglio Gigi Proietti”? Alzate le mani prego! Se c’è una cosa che ho imparato, da che ricordi, è che quando governa Berlusconi tutto è …

Read More »

Montecitorio è diventato il bivacco dei fascisti

httpv://www.youtube.com/watch?v=sWON2Zk5Shw&feature=player_embedded “Potevo fare di questa Aula sorda e grigia un bivacco di manipoli: potevo sprangare il Parlamento e costituire un Governo esclusivamente di fascisti. Potevo: ma non ho, almeno in questo primo tempo, voluto.” Recitava così il pezzo forte del famoso discorso del bivacco di Benito Mussolini, pronunciato di fronte alla Camera dei Deputati il 16 novembre 1922. E’ solo un …

Read More »