Il #PD vota con la #Lega per affossare la cannabis legale

Nel giorno in cui il “The Guardian” pubblica i risultati di uno studio del think tank liberista “Adam Smith Institute” che dimostra come la legalizzazione della cannabis e derivati sia l’unica soluzione al problema della criminalità organizzata e della dipendenza da droghe leggere (con tutta un’analisi sui benefici in termini di maggiori entrate fiscali), il partito del Presidente del Consiglio che non perde occasione ogni giorno per dirci che “votate con Salvini” ha affossato insieme a quest’ultimo l’emendamento di Sinistra Italiana alla Legge di Bilancio per legalizzare la cannabis e destinare i maggiori incassi (fino a 5 miliardi) alla ricostruzione post sisma del terremoto dell’Italia centrale.

Insomma, su un tema come il referendum, dove l’asse destra/sinistra salta per ovvie ragioni, dato che non c’è in ballo alcuna poltrona governativa, il PD accusa di “votare con la destra”, poi però tace quando a votare con la destra facendo cose di destra è lui. Era evidentemente chiedere troppo qualcosa di sinistra da questo governo in questo clima da campagna elettorale permanente. Giusto per sapere, la proposta è stata sostenuta invece dal Movimento 5 Stelle, dagli ex dem Luca Pastorino e Pippo Civati e da Susanna Cenni, della sinistra Pd (in particolare, il voto su questo emendamento è stato l’unico per il quale è stato chiesto il controllo nominale per avere la certezza delle posizioni di ciascun componente della Commissione).

Commenta con il tuo account Facebook

About Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Check Also

#SkamItalia non deve morire

Io cominciai a seguirla un po’ per caso, incuriosito dal sommovimento di fan che invadeva …

63 comments

  1. Il parlamento ha bocciato solo un Emendamento restrittivo della legge ad hoc, senza coperture e in sede non pertinente. Pure voi a sparare balle complimenti.

  2. Cos’è, da fastidio che si dicano le cose come stanno? Che dentro il PD e la maggioranza, vi sono dei bei pezzi di merda che se ne fottono altamente di una realtà che andrebbe normata?

  3. Scusate, chi ha proposto l’emendamento l’ha fatto non come “spot” ma per chiarire quali erano le posizioni per la legge in commissione. Visto che è chiara la volontà della maggioranza Pd di scorporare la parte terapeutica dall’intera legge, si cercava di capire se in questa legislatura e con chi si sarebbe potuto discutere il disegno di legge dell’intergruppo. Questo non è uno spot, secondo me, ma una valutazione degli appoggi futuri

  4. ma come si fa ha dire ancora che il pd e di sinistra ma è evidente che è diventata la vecchia DC poi perchè votare contro la cannabis solo per difendere il crimine organizzato che fà miliardi con lo spaccio bhooooo

  5. No. Leggete i fatti. Giuditta Pini ha spiegato bene cosa è successo.

  6. Non ho mai compreso perche’ legalizzare la vendita delle droghe leggere. Non e’ una scelta di civilta’ perche trattasi di sostanze molto dannose ma piuttosto vorrebbe essere il riconoscimento di un consumo indotto sul quale sono pronti a buttarsi ‘nuovi imprenditori’.

  7. Giusto votare contro la liberalizzazione delle droghe,troppi danni fanni sui nostri giovani,un grande problema sociale, bipartisan

Lascia un commento