Tina #Anselmi, un ricordo

Tina Anselmi ci ha aiutato molto, noi dei “Siciliani“, quando lavoravamo ai rapporti fra mafia e mafia e P2 e più in generale su tutto ciò che il professor Giuseppe D’Urso – uno dei nostri maestri – definiva, già nell’85, “massomafia“. Non siamo riusciti, con le nostre povere forze, a fermare il nuovo regime che si stava impadronendo dell’Italia. Ma abbiamo fatto il possibile, e continuiamo a lottare. La ricordiamo con affetto: chissà come sarebbe stata la nostra storia se, dopo Pertini e al posto del monarchico Napolitano, avessimo avuto lei come presidente della nostra Repubblica, che allora viveva ancora. Ma forse la storia, prevedendo i nuovi delitti italiani contro i poveri e i perseguitati, ha deciso che non ce la meritavamo.

Commenta con il tuo account Facebook

About Riccardo Orioles

Check Also

Lo avrai, camerata Kesselring

Processato nel 1947 per crimini di Guerra (Fosse Ardeatine, Marzabotto e altre orrende stragi di …

45 comments

  1. Ritengo che non avremmo avuto Renzi. Of course.

Lascia un commento