Foto Fabio Cimaglia / LaPresse 09-12-2015 Roma Politica Presentazione del libro di Dorina Bianchi "Sud, l'altra faccia della medaglia" con Maria Elena Boschi Nella foto Maria Elena Boschi Photo Fabio Cimaglia / LaPresse 09-12-2015 Rome (Italy) Politic Presentation of the book by Dorina Bianchi "Sud, l'altra faccia della medaglia" with Maria Elena Boschi In the pic Maria Elena Boschi

#Saviano chiede le dimissioni della #Boschi

Roberto Saviano chiede le dimissioni di Maria Elena Boschi. E lo fa con un lungo e argomentato intervento sul Post. Per lo scrittore, autore di Gomorra e firma de l’Espresso, “il conflitto di interessi del Ministro Boschi è un problema politico enorme, dal quale un esponente di primissimo piano del governo del cambiamento non può sfuggire.

E lancia un j’accuse a tutti gli intellettuali italiani sdraiati al cospetto del Governo Renzi: “Perché era giusto sotto Berlusconi chiedere le dimissioni, urlare allo scandalo e all’indecenza ogni volta che qualcosa, a ragione, ci sembrava andare nel verso sbagliato e tracimare nell’autoritarismo? Perché sotto Berlusconi non ci si limitava a distinguere tra responsabilità giuridica e opportunità politica, ma si era giustizialisti sempre? E perché invece oggi noi stessi ieri zelanti siamo indulgenti anche dinanzi a una contraddizione cosi importante e oggettiva?

Tradotto: se ci fosse stato Berlusconi, ora c’erano le piazze piene.

Saviano poi, nel finale, rifiuta l’etichetta di gufo: “Imporre la furba dicotomia che criticare il governo o mostrare le sue forti mancanze sia un modo per fermare le riforme, che invece vogliamo, e per armare il populismo, verso cui nutriamo sempiterna diffidenza, è un modo per anestetizzare tutto, per portare all’autocensura. Ma non cadiamo nella trappola: la felicità di Stato non esiste, è argomento che riguarda gli individui, non si impone, si raggiunge e noi ne siamo lontani.

E assicura: “Che il ministro Boschi risponda e subito della contraddizione che ha visto il governo salvare la banca di suo padre con un’operazione veloce e ambigua. Lo chiederò fino a quando non avrò risposta.

Commenta con il tuo account Facebook

About Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Check Also

Quanto avremmo bisogno oggi di #Troisi

Qualche anno fa la sua spalla storica, Lello Arena, disse che per ridare speranza all’Italia …

157 comments

  1. Non si può fare, il porco, rimarrebbe senza amante!!!!

  2. I compagni che ora sono sinonimo di corruzione, inciuci e ladrocini dovrebbero solo tacere e capire chi hanno votato .

  3. Bisognerebbe domandarle come suo padre, suo fratello, e lei se è vero che hanno acquistato azioni della Banca Etruria nelle more della legge sulla trasformazione delle casse di risparmio in S.p.A. È poi vendute quando i titoli una volta passata le legge avevano preso il volo. Se ciò fosse vero non sarebbe un vero conflitto di interessi, per un ministro del governo che ha partorito questa legge, o no?

  4. Deve andarsene!!! E’ un danno!!!!!

  5. La decisione spetta solo alla Boschi, cosa farei al posto suo per l’Italia? Mi dimetterei subito, ma io non sono la Boschi.

  6. Sono cose italiane che ci fanno vergognare all’estero. Solo qui e’ sftato permesso ad un primo ministro di avere il monopolio dei media. All’estero e’ vietato

Lascia un commento