scuolavauro

#Bologna, vince la scuola pubblica

Il 60% dei cittadini bolognesi che si sono recati alle urne ha scelto l’opzione A, ovvero l’abolizione dei finanziamenti pubblici alle scuole private cattoliche. Finalmente una buona notizia. Che però si scontra con la bassa affluenza: solo il 28% degli aventi diritto è andato a votare. In ogni caso, per i musi lunghi dell’opzione B, consiglio di rileggersi un attimo Piero Calamandrei. Chissà che finalmente non ci arrivino che i finanziamenti di cui parlano lor signori sono incostituzionali.

Giusto per far capire da chi era composto il fronte dell’opzione B, quella favorevole ai finanziamenti pubblici alle scuole private cattoliche: Pd (a partire dal sindaco Virginio Merola), Pdl, Lega, Scelta Civica e la Curia. Che bel quadretto. Poi magari si chiedono perché la gente smette di votarli alle elezioni. Parlo del centrosinistra, of course, visto che il centrodestra non fa altro che cercare di applicare il proprio programma.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Lascia un Commento