Federico-Aldrovandi

Il presidio del sindacato di polizia sotto l’ufficio della madre di Aldrovandi

Pensavate di averle viste tutte? E di averle ormai sentite tutte sul conto di Federico Aldrovandi? Sì proprio lui, il ragazzo finito a botte e manganellate vicino l’ippodromo di Ferrara (come già confermato dalla sentenza)?

E invece no, perché dopo gli insulti su facebook a Patrizia Moretti da parte di Paolo Forlani, oggi ci si è messo anche il COISP, il sindacato di polizia, guidato, per l’occasione, dal deputato di FLI Potito Salatto (quello di “no ai gay, san Giuseppe concepì con Maria non con Giovanni”), che ha manifestato sotto l’ufficio in cui lavora la madre di Federico.

Patrizia Moretti che è una signora di una dignità immensa, acquistata anche a prezzo di un dolore gravissimo, più volte calpestato e sbeffeggiato da quelle che dovrebbero essere le forze dell’ordine a servizio dei cittadini, è scesa dal suo ufficio, non ha detto una parola e ha mostrato la foto di Federico all’obitorio.

I manifestanti pare si siano girati dall’altra parte e se ne siano poi andati: Patrizia non ha fatto altro che mettergli davanti uno specchio e forse (speriamo) riflesso in quell’immagine hanno visto tutto lo schifo del loro gesto. E lo avrebbero già dovuto vedere in tante occasioni, come quando segnalarono all’ordine dei giornalisti il direttore dell’Estense. Ma evidentemente non basta e temo se ne vedranno ancora tante, forse di peggio. E allora mi chiedo, in tutto questo, dov’è il Ministero dell’Interno?

Commenta con il tuo account Facebook

Laura Bonaventura

"Non comanderò, né sarò comandato"

38 commenti

  1. e queste sono le persone che dovrebbero difendere i cittadini? cacciateli subito ma dall’italia con foglio di via immediato!!!!

  2. semplicemente FASCISTI………vergogna

  3. Erica Bernini attraverso Facebook

    dovrebbero vergognarsi… ciò che hanno fatto non può essere descritto a parole, solo attraverso delle immagini, che sconvolgerebbero qualsiasi persona che sia dotata di un cervello e di un’anima. Solidarietà a Patrizia Aldrovandi e contro i servi del potere, sempre!

  4. Giuseppe Mazzei attraverso Facebook

    Questi atteggiamenti prepotenti dai tutori dell’ordine mi mettono pensierol.

Lascia un Commento