La balla del M5S che ha preso più voti e quindi deve governare

I parlamentari a 5 stelle evidentemente non sono un po’ somari solo in diritto costituzionale o in storia (soprattutto contemporanea, cfr la Rostellato e il mutismo su cosa sia la BCE), ma hanno anche dei problemi con la matematica.

Infatti, benché sia una magra consolazione per Bersani e soci, il primo partito in Italia è il PD, per numero di voti presi. Non se ne fanno nulla, perché tanto al Senato non c’è la maggioranza e quindi, con molta probabilità, si tornerà al voto (spendendo altri 400 milioni di euro… 10 volte quello che i grillini faranno risparmiare allo stato con la rinuncia ai rimborsi elettorali).

Intanto però anche la folkloristica pretesa del M5S di ricevere un mandato pieno da Napolitano per formare un governo fa davvero sorridere, anzitutto perché si basa su un’informazione totalmente falsa: il M5S non ha preso più voti e, soprattutto, è estrema minoranza in Parlamento. Perché, qualora non li avessero informati, hanno votato anche gli Italiani all’estero.

Sommando, infatti, i voti degli italiani all’estero, il PD arriva a quota 8.932.615, mentre il M5S si ferma a 8.784.499: quasi 150mila voti di differenza.

Dunque, anche qualora ci fosse stata una legge proporzionale alla tedesca, il tentativo di formare un governo sarebbe dovuto spettare comunque a Bersani e al partito democratico. Eppure la “cittadina” Lombardi continua a sostenere di agire per conto e in nome della totalità dei cittadini.

Prego la signora Lombardi, al prossimo giro, sempre che le consentano di esprimere un concetto non “armonizzato” dai due nuovi responsabili della comunicazione, di rettificare con “questa è la volontà dei cittadini, meno quella di Pierpaolo Farina”. Grazie.

P.S. Trovo vergognosa la mancanza di rispetto nei confronti dei giornalisti che sono lì a fare il proprio lavoro, precari, per lo più, e che, sempre stando all’ideologia grillina, sono servi del potere, senza distinzione, a libro paga di qualcuno. Che poi, a ben vedere, gli unici a libro paga di qualcuno sono due blogger, Messora e Martinelli, che percepiranno quanto un deputato (5000 euro lordi) e si occuperanno di fare propaganda, non informazione.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

40 commenti

  1. Anatolia Bruttin-Fallucchi attraverso Facebook

    …i grillini dicono che se togli i voti di “SEL” al PD, da solo, ci sono meno voti che per loro

  2. Fabio Zichittella attraverso Facebook

    cmq bisogna fare una distinzione…in meriti di premio di maggioranza alla camera contano solo i voti espressi in italia e viene assegnato al partito o coalizione che ha preso più voti…gli italiani all’estero infatti non vanno ad incidere sul premio di maggioranza alla camera…..infatti se per ipotesi il pd si fosse presentato senza coalizione il premio di maggioranza sarebbe spettato al M5S….ecco perchè il M5S può dire di essere in italia il primo partito….Ps: ovviamente nell’ipotesi maggioranza M5S è da considerare che nel caso anche il pdl si doveva presentare senza coalizione.

  3. Fabio Zichittella è vero quello che dici, ma ricordo un governo (quello di Prodi) che si resse anche sui senatori eletti all’estero. La distanza fra le intenzioni di Tremaglia (favorire le destre) e quello che è successo dal 2001 a oggi dovrebbe a mio avviso far riflettere chi considera i voti dall’estero dei voti di serie B e non solo perché la legge, sotto sotto, dice che lo sono.
    LB

  4. Fabio Zichittella attraverso Facebook

    io sono d’accordo con te….ma bisognerebbe, oltre a questo, a prescindere dalla scelta del sistema elettorale, che lo stesso fosse almeno uguale sia per camera che per senato….questa cosa di avere alla camera un premio su scala nazionale ed al senato un premio su scala regionale è una cosa senza senso…ps: non trovo molto democratico cancellare i commenti (non il mio ma ho visto che quello precedente è stato cancellato)…

  5. Fabio Zichittella Ecco il commento cancellato:
    “otete denigrare il movimento quanto volete…tanto la responsabilità della rovina dell’italia è vostra!!! fate ridere…non avete avuto il controllo di una banca e volete avere il controllo dell’italia? siete solo degli incapaci! per ignoranza andatevi a vedere tutti i servizi delle IENE dove intervistavano i parlamentari con domande di attualità!!! non sapevano niente!!! IGNORANTI”
    l’utente è stato bannato 1) perché non ho intenzione di ripetere ad ogni post che nessuno di noi è al soldo del PD o del M5S (perché a seconda dell’articolo cambia anche l’accusa) 2) perché non ho tempo e soldi da spendere in una querela.
    LB

  6. Noemi Sinagra attraverso Facebook

    In una pagina Grillina qualcuno si firmava con Lb non è che vi siete rubati la pagina?

  7. Noemi Sinagra Eh? Ma almeno fate finta di commentare perché leggete il blog porca miseria, ci saranno 80 articoli miei, più commenti su fb.
    LB

  8. ditemi se questo non è condizionamento della politica sui media… (intendo i giornalisti che dicono che il M5S è il primo partito)

  9. Sergio Marcello Rizzi attraverso Facebook

    Li ho votati e NON LI VOTERO’ MAI PIU’, ho comprato i libri di Grillo E NON LI COMPRERO’ MAI PIU’, ho comprato i DVD di Grillo e NON LI COMPRERO’ MAI PIU’.

Lascia un Commento