Al liceo Foscarini di Venezia gli omosessuali si possono “curare”

Un’ora normale di religione al liceo classico europeo Foscarini di Venezia è diventata un dibattito sull’omosessualità o meglio un’ora della più rozza e bassa propaganda cattolica. Gli alunni del professore E.P. gli pongono alcune domande del tipo “Ma se dio predica amore, perché gli omosessuali non possono amarsi?” il professore sul momento preferisce non rispondere ma la settimana dopo, sempre senza dibattito, distribuisce alla classe un documento scritto a mano che trovate in allegato.

Il documento viene presentato come “spunti di riflessione“, ma ciò che contiene (come potete verificare voi stessi) è che “l’ideologia gay” incoraggia la pedofilia, che le relazioni omosessuali sono brevi e del tutto inadatte a crescere un figlio in quanto un bambino necessita di “due personalità psichiche e fisiche differenti” e che gli omosessuali, come confermato dal professore in un’intervista con una giornalista dell’huffington post, possono essere curati in appositi centri (per telefono il professore afferma di averne indirizzati molti a questi centri, ma non fa nessun nome).

La domanda è: è opportuno che un professore si permetta di imprimere una forzatura tale, con tesi tutt’altro che scientifiche, alla mente di ragazzi sui quali, per il ruolo che riveste esercita ovviamente un grande ascendente?

Commenta con il tuo account Facebook

Giovan Zane

137 commenti

  1. Antonietta Marceddu attraverso Facebook

    A me pare che si dovrebbe curare questo prof,non dovrebbe proprio educare i nostri ragazzi un idiota tale,comunque credo sia irrecuperabile,salvate almeno i nostri ragazzi….buttatelo fuoriiiii!!!!

  2. è semplice giudicare senza conoscere la persona! Io l’ho conosciuto e ha insegnato anche a me per 5 anni. è una brava persona e ha sempre cercato di aiutare gli altri. il foglio che voi criticate tanto era per avere una discussione in classe e magari avrà fatto una provocazione troppo pesante per molti ma non è la sua opinione!! è questo che lui vuole nelle sue lezioni: avere una discussione con gli alunni! non tutti i docenti puntano a questo!

    • Sara dovresti avere più rispetto per chi fa indegini accurate il professore ha affermato testualmente che voleva ci ragionassero a casa per non creare un dibattito in classe..

  3. Mattia Boatto attraverso Facebook

    L’ho avuto anch’io e si parlava di tutto tranne che di religione “di comodo” (quale è quella nostra). Una persona veramente colta, educata e di spessore (sostantivo che manca fin troppo nei professori e soprattutto negli alunni di oggi)

Lascia un Commento