Vendola assolto: “Il fatto non sussiste”

L’assoluzione di Vendola è proprio un peccato, una sciagura. Per il PDL, si intende. Difatti, Vendola può stare simpatico o antipatico, ma il suo comportamento di fronte alla richiesta di condanna a 20 mesi da parte dei pm dà al popolo italiano la possibilità di confrontare due modi di fare il politico: quello di Berlusconi, insofferente alle regole e che vorrebbe piegare la magistratura ai propri interessi, e quello delle persone come Vendola, che si difendono nel processo e aspettano la sentenza (annunciando di ritirarsi dalla politica nel momento in cui dovessero essere condannati).

E’ un peccato, poi, sempre per il PDL, perché ora la Polverini (come anche Formigoni) non potranno più andare in giro per i vari Ballarò e Porta a Porta a dire: “Fate dimettere anche Vendola” (a proposito, aspettiamo che entrambi si levino dalle palle e facciano votare i cittadini, visto che ci costano una barcata di soldi per tenerli là e non fare niente).

Insomma, oggi qualcuno è più triste. Ci dispiace per quel qualcuno e speriamo che dopo questa lezione di stile abbia il buon gusto di tacere  e di levarsi dalle palle una volta per tutte (ogni riferimento a Silvio Berlusconi è puramente voluto e non casuale).

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Lascia un Commento