matteo renzi

L’alta finanza per Renzi: “Finalmente qualcuno che non ha letto Marx”

Renzi è bravo, parla come una persona di sinistra che non demonizza il capitalismo e non ha letto Marx, fortunamente.”

Ecco, basterebbero queste parole, pronunciate da Guido Roberto Vitale (finanziere di sinistra perché paga le tasse, ma è interessato al profitto, ipse dixit), per descrivere l’incontro tra l’alta finanza e Matteo Renzi avuto ieri a Milano.

Organizzato da Davide Serra (enfant prodige della finanza italiana, come lo definisce il Corriere), l’incontro, a porte chiuse, si è svolto alla fondazione Metropolitan. Quota di partecipazione: 1000 euro (inizialmente erano 5000). Una cena proletaria, insomma.

Banchieri, imprenditori, manager, tutto il mondo bocconiano in fila ad ascoltare Renzi: dal numero uno di Deutsche Bank Italia Flavio Valeri al presidente di Lazard e Allianz Italia Carlo Salvatori, passando per l’ex dg di Bpm Enzo Chiesa, Andrea Soro di Royal Bank of Scotland e l’amministratore delegato di Amplifon, Franco Moscetti. Da Firenze sono arrivati Jacopo Mazzei, presidente dell’Ente Cassa di risparmio di Firenze, Enzo Manes, presidente della Kme, e il finanziere Francesco Micheli.

Ai convitati un quadernino con 50 slide che descrivevano il dramma dell’Italia, messa peggio del “Messico” (vuol dire che per Renzi l’Italia sta diventando un narco-stato?). I guai? Mica nascono nella Prima Repubblica, ma nella Seconda.

Qualcuno si chiedeva chi finanzia e finanzierà Matteo Renzi: ora lo sappiamo.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Lascia un Commento