vigili

Milano, i vigili parcheggiano davanti allo scivolo per disabili

Milano, blocco del traffico dalle 10 alle 18. Pattuglie di vigili ovunque, su 2400 controlli 800 multe, dichiarano da Palazzo Marino. Io ho anche qualcos’altro da dichiarare (e da denunciare) al Sindaco Giuliano Pisapia, sicuro che saprà fare luce su una cosa vergognosa.

Domenica a spasso, l’hanno chiamata, eppure per i disabili il calvario infinito per le vie di Milano (e il centro non fa eccezione) impedisce loro di usufruire autonomamente di queste giornate “senza” traffico. Quando a luglio ho denunciato per l’ennesima volta i pericoli che corrono i disabili (e i loro accompagnatori) per le vie di Milano, mi sono preso solo insulti da alcuni consiglieri comunali del PD (in quell’occasione mia sorella era rimasta incastrata nelle rotaie del tram con la carrozzina e stava per essere messa sotto dal mezzo pubblico, a causa del pavet posato male).

Allora dissi che il sindaco, oltre a farsi fotografare in bici per sostenere la petizione “salvaciclisti”, avrebbe potuto mettersi su una sedia a rotelle e provare a fare da solo un giro intorno a Palazzo Marino, per tastare con mano anche le più piccole difficoltà che un disabile incontra in pieno centro a Milano (che nel 2015 ospiterà l’Expo).

Rinnovo l’invito (senza alcuna polemica, chi non ha il problema, fa fatica a comprendere) e aggiungo anche questa foto, scattata oggi pomeriggio, mentre io e mia sorella cercavamo di raggiungere da casa nostra il Teatro Dal Verme per il Festival delle Lettere. Di fronte allo scivolo del semaforo all’incrocio tra Via Broletto e Via dell’Orso una bella macchina dei vigili parcheggiata lì davanti che ostruiva il passaggio. E i vigili? Nessuno lo sa. Spariti. Hanno parcheggiato e se ne sono andati. Così con mia sorella siamo dovuti andare fino a metà di via Broletto per poter attraversare la strada (benché gli scivoli non fossero proprio a norma di legge).

Ora, mia sorella è perfettamente autonoma (ha persino la sua macchina), è laureata con lode, semplicemente è rimasta sulla sedia a rotelle per colpa di un macellaio che si spacciava per primario e per toglierle un neo a 9 mesi l’ha condannata a vita sulla sedia a rotelle. Con delle strade decenti potrebbe muoversi benissimo da sola. Non può. E’ normale in una città che fra meno di 3 anni ospiterà l’Expo2015?

Soprattutto: è normale che i vigili stessi violino le regole, parcheggiando davanti agli scivoli? Questo chiedo al Sindaco. Senza polemica. Perché stavolta c’ero io. Ma vi sembra normale che mia sorella (e qualsiasi altro disabile) non possa andare dove le pare per il centro di Milano?

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Lascia un Commento