Scossa fortissima in tutto il Nord

Su Instagram e Twitter sono state pubblicate le prime foto che mostrano l’interno del Duomo di Mirandola, in provincia di Modena, epicentro del terremoto di questa mattina.

Il Duomo è praticamente in briciole.

—-

Aggiornamento 10:28 – Nuova scossa di terremoto. Speriamo che nelle zone colpite dal sisma non ci siano danni ulteriori. Se in Italia si costruissero gli edifici secondo norme antisismiche; se lo Stato spendesse qualche euro in più nella tutela del suo patrimonio artistico-culturale… ad ogni scossa non dovremmo contare danni per milioni di euro e aggiornare il numero delle vittime.

Aggiornamento 10:03 – A Mirandola è crollato un capannone in via Di Mezzo: quattro operai sono rimasti sotto le macerie e i vigili del fuoco stanno cercando di trarli in salvo. A San Felice in via Perossaro un morto e un ferito per il crollo di una trave.

Aggiornamento 9:52 – A quanto riferiscono via twitter, sarebbe crollato il Duomo di Mirandola. E ci sarebbero degli operai sotto le macerie nel modenese.

Scossa di terremoto fortisssima… se a Milano, da dove vi scrivo, si è sentita così forte, non oso immaginare all’epicentro… speriamo non sia un luogo abitato. Ci mancherebbe l’ennesima strage.

La scossa sarebbe di magnitudo 5.9 della scala Richter. L’epicentro sempre nel modenese. Vi diamo maggiori informazioni via twitter su @QdiSinistra.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Lascia un Commento