Vendola indagato per concorso in abuso d’ufficio

Il Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola è indagato per concorso in abuso d’ufficio. L’accusa è di aver favorito la nomina di un primario. Lo stesso Vendola ha comunicato la notizia ai giornalisti, convocando una conferenza stampa d’urgenza: ““Ho ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini su un filone d’inchiesta che riguarda il concorso per primario di chirurgia toracica nell’ospedale S. Paolo di Bari che è stato vinto dal professore Paolo Sardelli e mi si addebita di aver favorito la sua nomina”.

L’accusa sarebbe scaturita dalle dichiarazioni di Lea Cosentino, ex-direttrice generale della Asl di Bari e coinvolta in altre inchieste sulla sanità in Puglia. “Mi accusa la dottoressa Cosentino – dichiara Vendola –  mi accusa sulla base di sue dichiarazioni rese tre mesi fa, non suffragate da nessun altra prova, nessun altra documentazione, mi accusa una persona che e’ animata da forte risentimento nei miei confronti, avendola io licenziata al momento del suo coinvolgimento nelle inchieste sulla malasanità. La dottoressa Cosentino e’ comprensibilmente animata da rancore nei miei confronti, tanto animata da rancore che ha fatto causa recentemente alla Regione chiedendo un risarcimento di tre milioni di euro”.

Infine, il governatore della Regione Puglia si è dichiarato “assolutamente sereno” poichè a suo dire le azioni compiute sono state sempre improntate a garantire la trasparenza.

Commenta con il tuo account Facebook

About Qualcosa di Sinistra

Check Also

Lo avrai, camerata Kesselring

Processato nel 1947 per crimini di Guerra (Fosse Ardeatine, Marzabotto e altre orrende stragi di …

11 comments

  1. Elena Caracozza attraverso Facebook

    ci manca pure Nichi…

  2. Nunzio, si chiama dovere di cronaca. -.-‘ e poi semmai “i giustizieri”, anche se probabilmente volevi dire “giustizialisti”. PF

  3. Roberto Mattei attraverso Facebook

    dai Vendola sta usando metodi democristiani nell’amministrazione pubblica, bella roba

  4. Massimiliano Laritonda attraverso Facebook

    Vendola e’ un’altro prodotto del made in italy altro che nuovo premier!

  5. Classe politica sempre più coinvolta; i più ” sani ” hanno la rogna. Che scoramento!!!!!!

  6. Non voglio fare l’avvocato di Vendola, però qui l’iscrizione nel registro degli indagati sorge semplicemente perchè la dirigente dell’asl che Vendola stesso licenziò perchè coinvolta nello scandalo sanità, ha dichiarato che egli avesse fatto pressioni per far rientrare il primario nel concorso. Primario che, per altro, la stessa cosentino ha affermato essere il più titolato (è un luminare di fama internazionale) a vincere tale concorso.
    Giuseppe Caivano

Lascia un commento