Niente comunione a un bambino disabile, “è incapace di intendere e di volere”

Niente comunione per un bambino disabile. Succede a Porto Garibaldi, uno dei sette lidi di Comacchio, in provincia di Ferrara. Al momento dell’eucarestia don Piergiorgio Zaghi non porge l’ostia a un piccolo affetto da gravi disturbi, che aveva frequentato il catechismo e doveva ricevere la sua prima comunione.

Le madri dei compagni di catechismo del bambino hanno scritto al parroco, chiedendogli di ripensarci. Ma non si torna indietro: incapace di intendere e di volere, quindi niente ostia.

Che dire, ognuno ha i suoi buoni motivi… ma allora non lo facevate partecipare al catechismo se non era in grado di ricevere la comunione… forse perché il corso per catechismo si paga? Eh, di fronte al dio denaro certe cose cedono il passo.

Che schifo.

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

14 commenti

  1. …la vergogna deve essere anche la nostra che non siamo capaci di condurre una battaglia di civiltà fino in fondo!! Abbiamo fatto o faremo qualcuno una cosa che rivoluzionerebbe la nostra società? RIVEDERE I PATTI LATERANENSI!!!! L’ASSOCIAZIONE POLITICA CHE LO PROPORRA’ LA VOTERO’ SENZA ESITAZIONE!! CHI PROPORRA’ UN REFERENDUM PER QUESTO? UN RAGAZZO FINO A 18 ANNI NON VIENE GIUDICATO IDONEO A VOTARE PER CONTRIBUIRE A DECIDERE DELLE SORTI DEI VARI GRADI DELLA PROPRIA COMUNITA’!: INVECE HA APPENA IMPARATO A RESPIRARE E SI DEVE FARE CARICO DEI DOGMI CATTOLICI, DELLA TRINITA’, DELLA VERGINITA’ DELLA MADONNA, DELLA INFALLIBILITA’ DEL PAPA E VIA DOGMANDO– UN’ASSURDA E MOSTRUOSA CIRCONVENZIONE DI INCAPACE CHE SI PERPETUA CON LA COMPLICE OBBLIGATORIETA’ DELLA SCUOLA PUBBLICA E CON LA FIFA CANE DELLE FAMIGLIE CHE SI TRINCERANO DIETRO LO SCUDO “”SE NO MIO/A FIGLIO/A SI SENTONO EMARGINATI DAI COMPAGNI””…E VIA!, TUTTI A FARE CRESIMA E COMUNIONE ESSENDO SICURI CHE ARRIVERA’ QUASI SICURAMENTE UN iPOD O SIMILI IN REGALO.UN CATTOLICO INTRISO DI ONESTA’ INTELLETTUALE DOVREBBE ESSERE IL PRIMO A RESPINGERE QUESTO STATO DI COSE…E UN PAPA DEGNO DI QUESTO NOME DOVREBBE SOSPENDERE A DIVINIS QUEL LERCIO PRETE DI PORTO GARIBALDI- UN SALUTO CARISSIMO A TUTTI I CATTOLICI BRAVISSIMI CHE RESPINGONO TUTTE LE PREVARICAZIONI, DA QUALUNQUE PARTE PROVENGANO!!!

  2. Se i corsi di catechismo si pagassero sarebbero delle vigliacate! Comunque l’Eucarestia non si dovrebbe rifiutare a nessuno!!!!

  3. Silvia Pisani attraverso Facebook

    Ma ancora stiamo dietro a questa marmaglia? Sono solo imprenditori come tanti…

  4. non mi stupisce però mi rattrista solo per il bambino… è una crudeltà che la Chiesa non dovrebbe permettersi..

Lascia un Commento