Berlinguer? Un politico fallito. Fuorilegge. Parola di un grillino.

Aggiornamento: Il Vitiello, nella conversazione, ha rettificato le sue parole, dicendo di essere stato male interpretato. Quando parla di partito illegale come quello fascista, ha detto di volersi riferire al fatto che, per lui, PCI e MSI sono la stessa cosa e che dovevano essere messi fuorilegge tutti e due (dimenticandosi che in Italia la libertà agli italiani l’ha tolta la destra, non la Sinistra, ma vabbè). Prendo atto e modifico il titolo da “Berlinguer? Un politico fallito. Fascista. Parola di un grillino” a “Berlinguer? Un politico fallito. Fuorilegge. Parola di un grillino.” PF

A parte gli insulti al sottoscritto da parte di invasati bacchici senza arte né parte (e tanto meno cultura politica), quelli ad Enrico Berlinguer la dicono lunga su quanto vadano presi sul serio i grillini: è gente a cui un buon manuale di storia non guasterebbe.

Berlinguer un politico fallito? Per giunta fascista? Questo Vitiello, sproloquiando slogan sulla pagina di Qualcosa di Sinistra, si commenta da solo.

E, notate, nessuno mi ha contestato il fatto che non è vero che nei movimenti democratici di “we government” una cosa come quella fatta da Grillo non accadrebbe: semplicemente mi contestano il fatto che ne ho parlato.

Ebbene, signori, vi svelo un segreto: come diceva Biagi, “la colpa non è dello specchio, ma di chi ci sta davanti.” Se non vi piacete, andate da un chirurgo estetico: non rompete lo specchio.

NOTA: chi mi segue sa che distinzione faccio tra “grillini” e “militanti del Movimento5Stelle”. Soprattutto tra grillini e eletti-militantiM5S. I primi per me non hanno nulla da invidiare ai trinariciuti berlusconiani; i secondi hanno un cervello, lavorano, si sbattono anche per gli altri e, spesso, sono i primi ad andarci di mezzo quando Grillo spara bordate dal blog, senza pre-avvisare nessuno di loro (spesso compromettendo il loro lavoro, frutto di mesi di olio di gomito). Ergo: ben vengano gli eletti del Movimento 5 Stelle come Mattia Calise a Milano, ce ne vorrebbero a mazzi nei consigli comunali.

Commenta con il tuo account Facebook

About Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Check Also

#RenziSalvini, due facce dello stesso degrado

Non che ce ne fosse bisogno, ma il confronto televisivo tra Matteo Renzi e Matteo …

88 comments

  1. Rita Conte attraverso Facebook

    i grillini perima di parlare di berlinguer devono sciaquarsi la bocca con la candeggina

  2. Rudy, la democrazia non è solo quella diretta. Esiste una cosa chiamata democrazia rappresentativa. Tipica degli ordinamenti moderni. La democrazia diretta, sulla falsa riga di quella ateniese del V secolo a.C. è una via difficilmente percorribile in un paese con 60 milioni di abitanti.

  3. vabbe’ chi ha detto una cazzata così grande e’ ipoevoluto…no comment!!!!!

  4. Rudy, in Ecuador, che è una democrazia parlamentare come la nostra, governano i comunisti guidati dal compagno Correa…tanto per fare un esempio. Tra l’altro governano anche bene. In Italia purtroppo non abbiamo mai avuto questa possibilità…chissà, magari un giorno toccherà anche a noi…

  5. Annamaria De Donato attraverso Facebook

    Enrico Berlinguer ben venga la nota, ma il titolo dell’articolo resta. molti leggono solo i titoli degli articoli figuriamoci la nota, infatti i più assimilano i militanti del m5s all’appellativo grillini; quindi capirai bene che la cosa sarà (se non lo è già stata) travisata. e non avete certo dedicato un articolo di merito al m5s (cosa che, per carità, non siete dovuti tanto meno obbligati a fare), ma stasera avete ancora solo parlato di Grillo e di fantomatici grillini&grilletti.
    va bhè, chiudiamola qui. buona notte!

  6. Rudy Dessi attraverso Facebook

    Garazie Daniele e Vincenzo spero vi sia di aiuto questo link
    http://liquidfeedback.org/mission/mission-it/

  7. Rudy Dessi attraverso Facebook

    Vorrei dirti, se mi permetti, Daniele che i tuoi argomenti sono quelli che fanno loro i delegazionisti gli attuali fautori della democrazia rappresentativa dove sai bene che gli ‘eletti’ non sono mai scelti dal popolo neanche negli USA (e getta) ma al povero popolo vien fatto credere!

  8. Rudy Dessi attraverso Facebook

    Inoltre anche se fosse il popolo a scegliere gli eletti dopo l’elezione la scelta andrebbe persa perchè l’eletto sarebbe portato a fare scelte sue dove il popolo non c’entra più niente e il popolo non può più dissentire da queste scelte ! Questa che ci viene presentata come democrazia rappresentativa (fa molto piacere al mondo finanziario) (destra?) altro non è che OLIGARCHIA-

  9. c’è da capire se sto Vitiello
    è davvero un grillino (militante del movimento o comunque seguace di Grillo qualsiasi cosa egli dica) o semplicemente uno stupido troll a cui piace
    semplicemente alzare la tensione nei dibattiti

  10. che bei mezzucci che utilizzate per criticare il m5s… utilizzate il commento su facebook di una persona (nessuno può avere la certezza di chi sia) per generalizzare e attaccare tutto il movimento. Mi sembra di leggere il Giornale o Libero…

Lascia un commento