Il sorpasso: un sogno di nome Nichi

Il sondaggio settimanale di Mentana sulle intenzioni di voto degli italiani è ormai diventato un appuntamento fisso per milioni di telespettatori attenti alle questioni politiche, ma i risultati snocciolati ieri sera dal direttore del tgla7 avevano un sapore diverso dal solito balletto di decimali passati da uno schieramento all’altro, avevano il gusto forte di una rivoluzione, silenziosa ma non per questo meno dirompente. Sinistra Ecologia Libertà ha superato la Lega Nord. La cosa non vi scompone nè vi entusiasma? Mettiamola così: un partito nato da una costola di rifondazione comunista, guidato da un gay che parla di diritti degli animali, se si votasse oggi avrebbe più consensi di quella formazione politica che ha fatto della lotta alle diversità il suo cavallo di battaglia.
Questo storico sorpasso, per quanto virtuale, è il segno che l’Italia sta crescendo, non nel senso volgare e capitalistico del termine, ma in termini di maturità civile e democratica.
Vendola sta all’Italia come Obama sta all’America, i nostri neri sono (anche) il popolo lgbti: una minoranza che da secoli subisce violenze, offese e vive in un’asfissiante condizione di mancanza di diritti.
E il riscatto dei/delle trans, delle lesbiche, degli interesessuali, dei bisessuali e dei gay, che si sta realizzando attraverso il successo di Sel, non è una rivendicazione minoritaria ma è la flebile voce di tutti gli oppressi che si fa forte.
Credo che una delle migliori esposizioni su quale sia l’essenza della Sinistra l’abbia fatta il Compagno Fausto Bertinotti quando al V congresso di Rifondazione, appassionato, gridò: ” Ci sentiamo neri, come ci sentiamo aborigeni, come ci sentiamo islamici, come ci sentiamo cristiani, come ci sentiamo immigrati, come ci sentiamo omosessuali, come ci sentiamo lesbiche, come ci sentiamo parte di tutto il mondo leso nei suoi diritti e nelle sua dignità”.
Sì, siamo proprio noi:l’Italia migliore che oggi è maggioranaza nel Paese.

Commenta con il tuo account Facebook

DanielWalker

Ho 19 anni, sono uno studente, appasionato di politica, giornalismo, filosofia, telefilm. Mi definisco con orgoglio di Sinistra, sogno un paese moderno, solidale, attento ai diritti di tutti. Collaboro anche con "The Post Internazionale". Spero, nel mio piccolo, di dare in Qds voce a chi ne ha poca, parole a chi ha paura, speranza ai disillusi.