Santoro, il 3 novembre online. 10 euro per una tv libera

Servizio Pubblico

 

Servizio Pubblico. 10 euro di Tivvù. Questo l’avatar della pagina facebook di serviziopubblico.it, l’associazione che si incaricherà di riportare in onda Michele Santoro sul web, sul satellite, “dovunque sia possibile”, come ha detto il diretto interessato in un video nella home page del sito, online da poche ore. Tutte le informazioni su come donare i 10 euro qui. http://www.serviziopubblico.it/

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia – Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro “Casa per Casa, Strada per Strada”. Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

48 commenti

  1. Con tutti i milioni di Euro che ha guadagnato, ne vuole 10 da noi? Che si autofinanzi, impari da David Frost, che fece i debiti, per sputtanare Nixon!

  2. Scusate, ma il problema è Santoro o Mediaset e le leggi bavaglio? per favore perchè non denunciamo la RAI lottizzata ala Corte dei Conti x danno erariale dei milioni non entrati dalla pubblicità per la censura ai pochi giornalisti che fanno inchieste serie! Che c’entra Servire il popolo degli anni 60, dai credo che la questione sia la libertà d’informazionee di partecipazione, non i sofismi!

  3. Anna Fenu attraverso Facebook

    pagherò per non vederti?

  4. Ve ne dò venti di euro, se non mettete in onda codesto molestatore con le tasche piene di denaro pubblico

  5. i 10 euro di santoro finiranno a UNHCR, mi dispiace se ne farà una ragione

  6. sarei felice di rivedere Santoro ma 10 euro li devolverei a cause un tantino più urgenti…senza offesa!

Lascia un Commento