L'Isola dei Cassintegrati torna a protestare a Roma e apre il tavolo del lavoro. Parteciperanno centinaia di lavoratori. Se sei a Roma, non puoi mancare. Inside il programma della giornata.

Evento: Assemblea del Lavoro a Roma, Piazza San Giovanni

Volentieri rigiro questa iniziativa a tutti i lettori di Qualcosa di Sinistra e ai fan di Enrico Berlinguer, dal sito de L’Isola dei Cassintegrati. PF

Il 10 e 11 settembre a Roma ci sarà la manifestazione del Popolo Viola. Prima il corteo alle 14.00 da Piazza della Repubblica a Piazza S. Giovanni, dove una volta arrivati piazzeremo le tende come gli indignados in Spagna. Per protestare pacificamente contro la manovra economica.

L’isola dei cassintegrati partecipa organizzando il Tavolo sul Lavoro (potete scaricare il programma in pdf) che si terrà nei 2 giorni in Piazza S. Giovanni. Una serie di interventi di un’ora circa in cui i diversi gruppi dilavoratori provenienti da tutta Italia racconteranno la loro storia, le proteste e le occupazioni. Ad accompagnare i racconti, dibattiti moderati dai redattori del blog, e proiezioni di foto e video.

La sera del 10, inoltre, tutte queste vertenze saranno riunite in un unico intervento dove ogni gruppo di lavoratori avrà spazio per un breve intervento e dove potranno confrontarsi con indignati italiani e studenti, sui temi del lavoro e della protesta. Cercando di trovare dei punti in comune per cambiare le cose, per capire cosa viene dopo le fabbriche occupate e le gru e i tetti. Puntiamo a una “Revolution“, che deve partire per prima cosa dalla maniera di pensare, dall’unione delle differenti proteste e dal confronto costante.

CHI?

Gli operai della Vinyls che hanno occupato le celle dell’isola Asinara. I lavoratori Agile-Eutelia da tutta Italia. I tre operai Fiat di Melfi, che vennero licenziati per aver scioperato. Le operaie Tacconi di Latina, che per mesi hanno occupato la fabbrica, le lavoratrici faentine della Omsa licenziate per riaprire in Serbia. I cassintegrati del call center Teleperformance, la Basell di Terni. Non solo operai… anche i lavoratori dello spettacolo del Teatro Valle di Roma, i precari della scuola, i licenziati di Aiazzone, la Thyssen, Pietro Mereu che ha girato l’Italia col cartello: “Disoccupato in affitto”, e tanti altri…

COSA?

Le loro vicende, seguite per mesi sul blog L’isola dei cassintegrati, saranno raccontate dalle vive voci dei protagonisti delle occupazioni, dei cortei, dell’Asinara, delle proteste artistiche e creative. A fare da sfondo il ruolo del web nel propagare in maniera “virale” la lotta per il posto di lavoro.

PERCHE’?

Cos’hanno fatto governo, ministri, sottosegretari per risolvere queste vertenze? Cosa’hanno fatto le opposizioni, come si sono comportati i sindacati? Come trattano queste vicende i media? Quanto spesso i lavoratori hanno dovuto fare da soli? Cercheremo di capirlo attraverso i dibattiti post racconto.

QUANTO?

Quanti soldi ha perso l’Italia con la chiusura di tutte queste fabbriche, con la perdita di migliaia di posti di lavoro? Quanta ricchezza abbiamo perso, quante produzioni vitali per il nostro paese… a queste domande cercheremo di rispondere con l’aiuto di esperti ed economisti. Elaboreremo un documento finale con cifre precise, per vertenze, per cercare di capire: La manovra poteva essere evitata?

Noi pensiamo di sì. Aiutateci a scoprirlo, venite al tavolo sul lavoro in Piazza S. Giovanni dal pomeriggio del 10 fino alla sera dell’11 settembre. Se siete disoccupati, cassintegrati o precari.. o anche se volete dire la vostra, venite! Le telecamere della RAI riprenderanno l’evento, e avremo dirette radio e sul blog.

Qui per contribuire alla raccolta fondi del Popolo Viola (in quanto non finanziata dai partiti).

Qui il nostro appello ai ragazzi del Movimento 5 Stelle, perché veniate a trovarci. Noi la mattina del 10 saremo anche in Piazza montecitorio con voi.

Qui il programma scaricabile in formato pdf

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

Lascia un Commento