Abolizione dell'ordine degli avvocati e dei notai, incompatibilità tra la carica di parlamentare e quella di sindaco e presidente di Provincia: gli onorevoli avvocati del Pdl non ci stanno e raccolgono le firme tra i colleghi affinché siano abolite queste nuove misure introdotte nella manovra. O non voteranno la fiducia.

La Casta del Pdl si ribella al taglio dei privilegi: “Non votiamo la fiducia”

Toni che nemmeno i bravi del Manzoni: “Fino a quando non verrà tolta la norma che abolisce gli ordini professionali, noi il testo non lo voteremo mai dovesse anche cadere Tremonti». Ancora: «E state pur certi che anche quella norma deve saltare se vogliono che votiamo la manovra».

Qual è stavolta l’oggetto del contendere? A quanto pare la tanto agognata (dal popolo) e invisa (ai nominati dai segretari di partito che stanno in Parlamento) abolizione degli ordini professionali e l’incompatibilità dell’incarico di parlamentare con quello di sindaco o di presidente di provincia (per quello della Regione c’è già in Costituzione). Alla Camera ci sarebbero ben 16 deputati col doppio incarico (9 presidenti della Provincia e 6 sindaci).

A preoccupare molti parlamentari del Pdl è poi anche un emendamento firmato dai capigruppo dell’opposizione al Senato che tra l’altro prevede l’equiparazione degli stipendi di deputati e senatori a quelli di pari grado in Europa e alcuni significativi cambiamenti nel sistema dei vitalizi (alias pensioni cumulabili con altre pensioni): “Gli uffici di presidenza delle due Camere adottano sistemi previdenziali basati sul metodo di calcolo contributivo, prevedendo requisiti anagrafici e contributivi per l’accesso ai trattamenti corrispondenti a quelli applicati ai lavoratori dipendenti, ai sensi della disciplina pensionistica vigente.

Su questo tema, vorrei far notare solamente che Barack Obama guadagna ogni anno 34.416 euro lordi, pari a 2868 euro al mese. E ha due lauree (una alla Columbia in Scienze Politiche e una in Legge ad Harvard, ottenuta per merito, perché non aveva i soldi per pagarsi la retta), oltre ad essere il Presidente degli Stati Uniti d’America. E da quelle parti il valore legale del titolo di studio non esiste, così come non esistono gli ordini professionali, retaggio del fascismo. Eppure gli avvocati sopravvivono, anzi, guadagnano fior fior di quattrini.

Faccio un torto ad Obama a provare a paragonarlo ai politicanti denoantri, che prendono 10 volte il suo stipendio lordo. Forse ora però ho capito perché negli USA le lobby hanno gioco facile a comprarsi i parlamentari, minacciando di non finanziargli la prossima campagna elettorale. E da quelle parti pensano che la politica costi troppo ai cittadini. Figuratevi se sbarcassero in Italia per errore (o se conoscessero alcuni nostri parlamentari).

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

26 commenti

  1. Come si imbestialiscono quando tocca a loro! Senza il minimo di pudore!Ma tutti a casa veramente.Bastaaaaaaaaaaaaa!

  2. il solito schifo..e noi ancora più scemi che continuaiamo a votare…ben ci sta a sto punto!!!

  3. Fernando Caporilli attraverso Facebook

    Cominciamo a chiamarli “la cosca PDL” mi sembra molto più appropiato………

  4. Ma che vi aspettavate da quel branco di papponi famelici?? Mò diamo un pò di soldi (nostri) anche al “giornale” , sigh! di scilipoti, scilipotiiiiii…..capite??? ma quand’è………………grrrrrrrr

  5. se non scendiamo in piazza con le forche non se ne vanno questi arroganti corrotti inquisiti

Lascia un Commento