Aggiornamenti sulla manifestazione in Val di Susa contro la TAV

NO TAV – Diretta della manifestazione

 

14.50 Alcuni manifestanti NoTav, passando attraverso i sentieri, sono riusciti ad entrare nell’area transennata dalla polizia  nei pressi della centrale idroelettrica ed hanno sventolato una bandiera NoTav

14:31 In rilievo i fatti dall’ultimo aggiornamento: Beppe Grillo, all’arrivo a Chiomonte dichiara: “Prove tecniche di dittatura.” Dai siti No Tav: un manifestante sarebbe stato gravemente ferito da un lacrimogeno che lo avrebbe colpito in faccia. Numerosi i messaggi secondo cui i poliziotti starebbero sparando proiettili di gomma, ma dalla Questura smentiscono. Dalla Questura fanno sapere che i manifestanti, oltre pietre, petardi, bombe carta, starebbero lanciando contro gli agenti bottiglie di ammoniaca. Dalle agenzie, tra i manifestanti più violenti ci sarebbero attivisti provenienti dall’estero. Secondo la polizia infatti, sono presenti gruppi “di impostazione paramilitare da parte dell’ala oltranzista del movimento No Tav”, il ritorno dei Black Block.

13:32 Tre arresti e una decina di feriti tra i manifestanti. alcune centinaia di giovani si staccano dai cortei partiti da Giaglione ed Exilles e attraverso i boschi entrano in contatto con gli agenti schierati nell’area del primo cantiere della Tav Torino-Lione a Chiomonte. Lancio di petardi, forse bombe carta, contro la polizia che risponde con i lacrimogeni. Almeno 5 i feriti tra le forze dell’ordine, ferito anche un operaio. Migliaia di persone stanno convergendo nella zona, 70mila secondo gli organizzatori.

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=kjB2QEcp0dU&feature=share

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.

48 commenti

  1. Alessio. Si può scegliere la democrazia o no. Tu scegli no, punto. Quello che ti dico io è nella costituzione che è ignorata dai politici in primis e sconosciuta alla maggior parte dei cittadini. Eppure i principi fondanti del nostro stati sono racchiusi in poche decine di pagine. Potremmo insegnarla a scuola, no? Se poi pensi davvero che un governo debba fare cose al di fuori del programma votato dai cittadini (che di solito viene disatteso anch’esso) , allora hai una ben strana concezione della politica. E’ che fare politica dovrebbe essere la cosa più nobile nella quale impegnarsi; ed è faticosissimo. Mi accorgo che il futuro riserva ai giovani delle prove terribili.

  2. Simone Pilotti attraverso Facebook

    Strumentalizzato sarai tu..Sai quanti convegni abbiamo fatto? Poi te lo rispiego perchè evidentemente non è chiaro.. Si tratta di un treno merci del cazzo di cui i Lionesi non ne sanno l’esistenza, perchè è un treno del cazzo.. Lo fanno perchè così il Piemonte si prende i finanziamenti dall’Europa e altro che è lungo da spiegare.. In più se vieni a fare una cosa a casa mia, chiedimi il permesso.. Non l’hanno chiesto a NESSUNO perchè qua siamo tutti contrari.. E ancora forse non hai capito, che queste montagne sono piene di amianto.. Strumentalizzato sarai tu, che queste cose non le hai mai sentite, perchè non te le viene a dire nè Bersani, nè Di Pietro..

  3. Rocco Cardone attraverso Facebook

    ma cosa ne diciamo degli attacchi di guerriglia avvenuti ieri , più di 180 poliziotti feriti , NON SONO DIFENDIBILI , o li definiamo “eroi” come fa Grillo ? Per me sono solo dei TERRORISTI INGIUSTIFICABILI

  4. Simone Pilotti attraverso Facebook

    Allora, contando che entrambi gli schieramenti hanno usato la violenza (lacrimogeni ad altezza volto), sto con i manifestanti, dato che gli altri difendevano il treno che porta soldi ai potenti e la mette in culo a tutti i cittadini della ValSusa.. Almeno cercano di lottare contro questa gente.. Ringrazierei uno per uno i ragazzi venuti da Parma, Venezia, Francia e Spagna..

  5. grande enrico ma qui solo de luca sindaco di di salerno e un tuo esempio

  6. sono d’accordo con Luigi; non solo Fassino , ma anche D’Alema, Veltroni, la Turco se ne devono andare e qualche altro dirigente del partito

  7. Fatemi una rivoluzione democratica se siete capaci!; poveri illusi!

  8. Leggo, tra i vari commenti su quanto sta accadendo nella Val di Susa, un sacco di affermazioni assiomatiche, “la violenza è questo, la violenza è quello!”; qualunquismi che cominciano ad essere irritanti come: tutti dicono stronzate e tutti sono uguali. disquisizioni grilliste che fanno demagogia, discussioni assolutamente formali ed autoreferenziali in cerca di un mi piace sotto il proprio commento. Violenza e democrazia non sono forse comprensive l’una dell’altra? Forse, come diceva Pasolini, come ci ricorda Morandotti ( Il grillo Parlante), dobbiamo abituarci a questa fastidiosa abitudine al dubbio e cominciare a discutere veramente, ma veramente dei problemi. Cos’ è la violenza? Non è qualcosa che è sempre servito al potere quando, cambiando la pelle, ha voluto consolidarsi? La violenza nella libera democrazia non è forse un qualcosa che proprio perchè la democrazia consente aiuta a conservare lo stato di cose?

Lascia un Commento