Dopo l'annuncio di austerity e l'adozione del "merit system", cominciano le grane per Pisapia: la giunta ha cominciato ad assumere amici di assessori e sindaco come portaborse con stipendi d'oro. E scoppia la polemica, soprattutto tra i supporters.

Milano, assunti i sostenitori, licenziati i precari. Bufera su Pisapia.

Articolo aggiornato nelle date 8/07 – 15/07 – 28/07 – 2/08 — 2/09 in seguito a nuove assunzioni

Alberto Biraghi, che di Pisapia è stato e continua ad essere uno dei più convinti supporter, in un articolo esprime tutta la propria indignazione con un laconico: “Il vento a Milano è sempre lo stesso: puzza“. E c’è da starne sicuri che la questione verrà rilanciata soprattutto dal Giornale, che sulla questione dei 32 dirigenti esterni assunti per chiamata diretta dalla Moratti e licenziati da Pisapia ci aveva montato un caso (purghe pisapiane).

Intanto però, come risulta dettagliatamente anche da un articolo di Indymedia, lo spoil system a Milano non ha affatto ceduto il passo al merit system, come lo aveva chiamato Pisapia nel suo esordio il 20 giugno. Anzi, i criteri di assunzione degli amici sono rimasti sempre gli stessi.

Come spiegare del resto ai centinaia di precari del Comune che aspettano il rinnovo del contratto (e che il blocco delle assunzioni e i 9,6 miliardi di tagli annunciati a Regioni ed Enti Locali hanno trasformato in un’utopia) e a chi ha creduto nel vento nuovo a Palazzo Marino l’assunzione di 8 esterni tutti nel giro di partiti e comitati che hanno portato all’elezione dell’attuale sindaco?

Ora forse scatterà subito nel lettore pisapiano l’ira furente di chi “rema contro”, in perfetta linea con quel tifoso da me descritto stamattina. Ma siamo obiettivi: come si fa a chiedere sacrifici ai cittadini, se non si dà l’esempio?

Qui c’è gente che campa con 900 euro al mese (se è fortunata), lavora e fa anche gli straordinari, e poi si vede scavalcare dagli amici del nuovo assessore, i quali magari sono meno titolati di lui che ha una laurea e un master, e l’unica differenza con loro è che non è amico o non ha fatto il maggiordomo al piccolo satrapo di partito che ora ha un ufficio a Palazzo Marino.

Ma chi sono queste persone?

Luca Stanzione, giovane SEL, assunto in categoria C nella segreteria dell’Assessore Tajani (SEL, ex-centro studi CGIL). Stipendio: 42mila euro annui (3500 euro al mese lordi). Non è laureato.

Cosimo Palazzo, presidente del Circolo Vigentina del PD, assunto come funzionario dal neo-Assessore al Welfare (di se stesso, come ironizza Biraghi), Pierfrancesco Majorino. Stipendio: 64 mila euro annui (5333 euro al mese lordi).

Roberta Pezzulla, ex Ceas, assunta al gabinetto del Vicesindaco Guida. Stipendio: 37mila euro annui (3083 euro lordi al mese)

Stefania Amato, assunta all’interno del Gabinetto del Sindaco come Istruttore direttivo dei servizi amministrativi. Stipendio: 40mila e 500 euro annui (3375 lordi al mese).

Ana Victoria Arruabarrena, assunta come la Amato. Stesso stipendio. Segni particolari: Comitato x Pisapia Zona4.

Caterina Sarfatti, figlia di Riccardo, morto l’anno scorso in seguito ad un incidente stradale. Non ha mai fatto politica prima della morte del padre, è nota per aver letto una lettera del padre al suo funerale in cui invitava a votare per Stefano Boeri alle primarie. Stesso stipendio della Amato e della Arruabarrena.

Antonio Bisignano, assunto da Pierfrancesco Maran (delfino milanese di Penati e assessore alla mobilità). Attivista di Changemilano. Stipendio: 42.640 euro annui (3553 mensili lordi).

Qui il dettaglio della delibera di oggi, direttamente dal sito del Comune di Milano. La domanda è: che fine ha fatto la promessa di valorizzare le risorse interne del Comune? Possibile che tra 15.000 dipendenti comunali non si trovasse qualcuno a ricoprire queste sei cariche?

Aggiornamento 8/07/2011

Non paghi delle migliaia di proteste per questa incoerenza tra promesse e fatti, la Giunta nella delibera di oggi ha assunto altre persone (cfr dettaglio da 27 a 32), tra cui Ermanno Tritto (ne parla Biraghi qui). Costo totale dell’operazione: 260.890 euro. Che sommati ai precedenti 382.270 euro spesi per le assunzioni del 1° luglio, fanno un totale di 643.160 euro. Il risparmio per il licenziamento dei 28 dirigenti esterni (che poi si è scoperto non essere stati tutti assunti dalla Moratti) è stato di 2,5 milioni di euro. Carmela Rozza, capogruppo del PD in consiglio Comunale, ha dichiarato che “Noi non assumiamo dirigenti da 240mila euro” (infatti hanno assunto Baruffi per 189.810 euro e Corritore per 284.710 euro), precisando che la legge glielo permette.

E qui casca l’asino: nessuno ha scritto che le assunzioni sono fuori legge, ma che semplicemente non c’è coerenza tra quanto promesso e sbandierato sui maxi-schermi e quello che è stato fatto. Le nuove assunzioni costeranno alle casse del Comune (poco importa lo stipendio mensile dei nuovi assunti, al netto delle tasse) 1.081.680 euro (e non siamo stati a spulciare tutte le altre delibere).

Aggiornamento 15 luglio 2011

Nuove assunzioni tramite delibera.

38 DELIBERA G.C. Assunzione a tempo determinato con contratto di lavoro subordinato ai sensi dell’art. 90 del D.Lgs. 267/2000 a supporto del Sindaco e della Giunta Comunale, del Sig. De Luca Daniele, in qualità di Istruttore dei Servizi Amministrativi-Contabili – Categoria C – posizione economica 1. Spesa annua di € 41.230,00. Per quanto riguarda l’esercizio in corso si determina una spesa complessiva di € 19.000,00. Immediatamente eseguibile. 

39 DELIBERA G.C. Assunzione a tempo determinato con contratto di lavoro subordinato a tempo parziale al 50% (18 ore settimanali) ai sensi dell’art. 90 del D.Lgs. 267/2000 all’interno della Segreteria dell’Assessore Casa, Demanio e Lavori Pubblici, Lucia Castellano, del dott. Femiani Giovanni, in qualità di Istruttore Direttivo dei Servizi Amministrativi – Categoria D – posizione economica 1. Spesa annua di € 19.350,00. Per quanto riguarda l’Esercizio in corso, si determina una spesa complessiva di € 8.720,00. Immediatamente eseguibile. 

40 DELIBERA G.C. Assunzione a tempo determinato con contratto di lavoro subordinato ai sensi dell’art. 90 del D.Lgs. 267/2000 a supporto del Sindaco e della Giunta Comunale, del Sig. Pluda Maurizio, in qualità di Istruttore dei Servizi Amministrativi-Contabili – Categoria C – posizione economica 1. Spesa annua di € 41.230,00. Per quanto riguarda l’esercizio in corso, si determina una spesa complessiva di € 19.000,00. Immediatamente eseguibile.

Dunque, ricapitolando: al 1.081.680 euro vanno aggiunti questa settimana 101.810 euro, per un totale di: 1.183.490 euro. Dai, che se andiamo avanti così, per settembre i 2,5 milioni di risparmio dal licenziamento dei 28 dirigenti ce li siamo mangiati come nulla.

Aggiornamento 28 luglio 2011 In merito alle precisazioni del Comune di Milano offerte all’Idv, veniamo a sapere che tale Confalonieri (membro dello Staff Pisapia durante la campagna elettorale) è stato assunto in Comune con uno stipendio di 119,611,76 euro lordi all’anno.

Dunque, se a queste uscite del Comune si aggiungono il 1.081.680 euro delle assunzioni precedenti, arriviamo alla cifra record di 1.201.291,76 euro. In appena un mese. Fortuna che il Bilancio è disastrato.

Aggiornamento 2 agosto 2011 Nuove Assunzioni nella delibera del 2 agosto 2011, illegittime stando all’art.90 (che le vieta per i comuni strutturalmente deficitari o dissestati come il Comune di Milano). Sono 14 e tutte nel giro di partiti e comitati (come al solito). Fortuna che si valorizzavano le risorse interne del Comune.

Totale dell’operazione: 473.000 tondi tondi per il comune. Aggiunti ai precedenti soldi spesi in assunzioni, fanno un totale di 1.674.291,76 euro.

E gli assunti per spoil system lievitano a 34. Complimenti.

Aggiornamento 2 settembre 2011 Nel giorno in cui si aprono le feste del PD e di SEL, tre nuove assunzioni, stavolta tutte per l’ufficio di Franco D’Alfonso, Assessore Commercio, Attività Produttive, Turismo, Marketing Territoriale (qui la sua biografia):

Flora Cappelluti (36mila euro all’anno); Laura Calcheria (25mila euro all’anno); Alessia Corradini (25mila euro l’anno).

Dunque gli assunti arrivano a 37 e la spesa totale per il Comune sale a: 1.760.291,76

Commenta con il tuo account Facebook

Pierpaolo Farina

Classe 1989, milanese, blogger, sociologo, scrittore. Nel 2009 ho creato enricoberlinguer.it, nel 2010 il blog Qualcosa di Sinistra. Sono il padre di WikiMafia - Libera Enciclopedia sulle Mafie, co-fondata nel 2012 insieme a Francesco Moiraghi. Nel 2013 ho scritto il libro "Casa per Casa, Strada per Strada". Nel 2014 mi sono laureato in Scienze Sociali con una tesi su Mafia e Capitalismo con Nando dalla Chiesa. Nel 2015 ho dato vita a MafiaMaps, prima app antimafia. Scrivo per riviste scientifiche, mi occupo di comunicazione politica e social media. Last but not least, fotografo con Sophie, la mia Canon 6D.