Il piano di distruzione della tv pubblica prevede l'eliminazione dai palinsesti dei programmi di maggior successo, guarda caso quelli sgraditi al premier. Gabanelli, Floris, Fazio e Santoro indesiderati, finiranno tutti a la7?

Rai/ Fazio, Vieni via con me. “Ci rinuncio, lo farò altrove”

Da sei mesi Fazio aspetta inutilmente una risposta dai vertici della RAI alla sua richiesta di una nuova stagione di “Vieni via con me”, e così, uno dei maggiori portatori di audience (e correlati sponsor) della rai (naturalmente nell’elenco sono inlusi Santoro, Floris, la Gabanelli..) afferma dalle pagine di Repubblica che, se non sarà possibile produrre la sua trasmissione, si rivolgerà alla concorrenza.

In fondo è la legge del mercato, trovandosi in un’assurda situazione di stallo (per via delle solite ‘resistenze politiche’) il prodotto viene proposto e, appunto, prodotto altrove. D’altronde già ieri Mentana, intervistato dall’Annunziata  nella trasmissione “In mezz’ora”, si diceva più che convinto che almeno uno dei soprannominato conduttori sarebbe passato quasi sicuramente a la7.

Come dire, che del servizio pubblico, ormai, si volesse far cenere era indubbio, lo si fece anche nella scorsa legislatura firmata B., e naturalmente per distruggere la concorrente pubblica dell’azienda di famiglia bisogna cancellazione dai palinsesti i portatori dei maggiori incassi, “Ho letto che Milena Gabanelli nemmeno è stata ricevuta [per i palinsesti], che a Floris è stato consigliato di dedicarsi a qualcosa di nuovo. Santoro è stato lasciato andare via con un evidente e inaudito sospiro di sollievo”, “l’indifferenza e l’ostilità da parte dell’azienda è evidente”, “non sono più disponibile a ripetere l’esperienza di ‘Vieni via con me’ in questa Rai. Se altrove troverò le condizioni necessarie, l’entusiasmo e la condivisione del progetto, il pubblico potrà ritrovare presto me e Saviano di nuovo insieme”

Commenta con il tuo account Facebook

Qualcosa di Sinistra

25 commenti

  1. Daisy Senza Bavaglio Romano attraverso Facebook

    io direi di farla diventare seriamente una pay per view…così veramente sono costretti a tener su le trasmissioni di successo e a buttare nel cesso le altre!

  2. Alla Vergogna non c’è limite! Ma il vento è cambiato. Oggi vinceremo anche i referendum poi libereremo la Rai e l’Italia!

  3. …se non c’è piu il duopolio…….. voglio vedere come faranno con le risorse pubblicitarie…… IO OGGI SEGUIRò I REFERENDUM DALLE 15 SU LA SETE….. e poi c’è anche gepppy che mi fa sbarellare dal ridere

  4. RAI?? MA ORMAI ERA RIMASTA SOLO RAI3 E CON L’USCITA DEI MIGLIORI DI CHE RAI STIAMO PARLANDO. W LA 7 (ammesso che non ci mettano le mani sopra)

Lascia un Commento